PALAZZO BARBERINI APERTURA STRAORDINARIA


MERCOLEDÌ 11 GENNAIO 2017 DALLE ORE 18 ALLE ORE 22

Palazzo Barberini apre gratuitamente le porte al pubblico per una serata di arte e musica

.
Nell'occasione sarà possibile visitare in anteprima le mostre:

IL PITTORE E IL GRAN SIGNORE. Batoni, i Rezzonico e il ritratto d’occasione

MEDITERRANEO IN CHIAROSCURO. Ribera, Stomer e Mattia Preti da Malta a Roma



Tappeto sonoro di musica barocca

Stefano Landi, Alessandro Stradella

Arcangelo Corelli, Alessandro Scarlatti

Georg Friedrich Händel



Alle ore 19.30 concerto 
ILLUSIONI MUSICALI

di Danilo Rea con Minji Kim



Aperture Serali alla Galleria Borghese


A seguito della grande richiesta di prenotazioni per visitare la mostra "L'origine della Natura Morta. Caravaggio e il Maestro di Hartford", il Museo Galleria Borghese effettuerà delle aperture straordinarie estendendo l'orario di visita fino alle 22 nei giorni di venerdì e sabato.
A partire da venerdì 16 dicembre e per tutta la durata della mostra che si concluderà domenica 19 febbraio, il Museo rimarrà aperto sia il venerdì che il sabato fino alle ore 22 con ultimo accesso alle ore 20.30.


Visite guidée de la Galerie Spada en français

Vendredi, 13 Janvier h 17:00

Une collection d'art baroque et la célèbre illusion de la perspective de colonnes de Francesco Borromini:
visite guidée à la magnifique collection des cardinaux Bernardino et Fabrizio Spada parmis lesquels des chef d'œuvres
de Guido Reni, de Guercino, du Titien sont conservés, aussi comme des peintures européennes du XVIIe siècle de Trophime Bigot, Valentin de Boulogne, Nicolas Reigner et Lubin Baugin. La visite se terminera dans la cour des Oranges amères avec la Perspective de Francesco Borromini qui réalisa pour la famille Spada une des plus admirable illusion architecturale de l'époque baroque à Rome.
Les réservations sont obligatoires au numéro suivant : 06 6832409
la visite sera accordée à un maximum de 25 personnes
il y a un coût supplémentaire en plus du droit d'entrée


Dialoghi sulla spiritualità,con Lucio Fontana

Mostra

8 dicembre 2016 – 5 marzo 2017


Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, Roma
Museo Giacomo Manzù, Ardea (Roma) 

Il 7 dicembre 2016 alle 18 si inaugura nelle due sedi del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo a Roma e del Museo Giacomo Manzù di Ardea la mostra Manzù. Dialoghi sulla spiritualità, con Lucio Fontana. La mostra è organizzata dal Polo Museale del Lazio con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e in collaborazione con il Comune di Ardea e la Fondazione Giacomo Manzù. Hanno inoltre collaborato ‘Sapienza’ Università di Roma, Dipartimento di Architettura e Progetto e lo CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione di Parma. All’indomani del secondo dopoguerra il tema dell’arte sacra appare tanto ampio quanto spesso venato di ambiguità. Giacomo Manzù (Bergamo, 1908 – Roma, 1991) rappresenta in tale contesto un punto fermo. Specie in questo periodo egli prova difatti a stabilire un dialogo vivo e fruttuoso con l’arte contemporanea, fra l’altro prendendo parte, nel 1949, al concorso per la porta di San Pietro in Vaticano. Nello stesso periodo un secondo, grande maestro, Lucio Fontana (Rosario, 1899 – Comabbio, 1968) tenta di rispondere a interrogativi molto simili, ad esempio partecipando al concorso per le porte del Duomo di Milano del 1950. Stabilire un ponte, un dialogo fra Manzù e Fontana significa dunque riportare alla luce una linea essenziale dell’arte – italiana e non solo – fra gli anni cinquanta e sessanta del novecento.


1° BIENNALE NAZIONALE DEI LICEI ARTISTICI

15 Dicembre 2016 – 15 Gennaio 2017
Palazzo Venezia - Roma

Promossa dalla Rete Nazionale dei Licei Artistici Italiani, la Biennale è organizzata dal Liceo Artistico “Enzo Rossi” di Roma e dal Polo Museale del Lazio, in collaborazione con il capofila del progetto, il Liceo Artistico “Porta Romana” di Firenze. La Biennale – che si svolge nell’ambito del progetto “Arte in cattedra”, finanziato dalla Direzione generale per gli ordinamenti del MIUR – quest’anno è dedicata al tema del Gioco.
Una sala è dedicata ai “Maestri”, ovvero ad artisti di chiara fama che hanno insegnato nei licei artistici e negli istituti d’arte italiani: in questa edizione i “Maestri” sono Libero Andreotti e Giovanni Dragoni. Durante il periodo di apertura della mostra sono previste performance musicali, di danza e artistiche. Nel corso dell’inaugurazione si tiene anche l’assegnazione dei premi.
La Giuria è composta da Cristina Comencini, Antonio Natali, Ennio Peres, Piero Pizzi Cannella e Claudio Strinati.


Ospiti della Spada I Santi Quattro Coronati dal Museo di Roma in Palazzo Braschi

esposizione

1 dicembre 2016 – 8 maggio 2017

Comunicato Stampa
Giovedì 1 dicembre alle 17.30 il Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, presenterà presso la Galleria Spada una nuova iniziativa del ciclo Ospiti della Spada, un progetto inaugurato la scorsa estate con la finalità di portare all'interno del museo, attraverso selezionate politiche di prestito e mirati accordi di partenariato, alcuni capolavori provenienti da importanti sedi museali italiane e straniere. In quest'occasione la Galleria accoglie come Ospite, grazie alle intese con la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali un'affascinante e dibattuta opera caravaggesca, I Santi Quattro Coronati proveniente dalla distrutta chiesa romana di Sant'Andrea in Vincis e conservata presso il Museo di Roma in Palazzo Braschi. Il suggestivo dipinto, già attribuito allo stesso Caravaggio, è da un secolo oggetto di un articolato dibattito critico che l'esposizione odierna mira a recuperare e riprendere, istituendo un dialogo stilistico tra l'Ospite e le importanti pitture caravaggesche italiane e straniere conservate nella IV Sala della Galleria Spada.


18APP | UN BONUS CULTURA PER I DICIOTTENNI Un’applicazione web che permette di gestire il Bonus Cultura di 500 Euro riservato a tutti i ragazzi residenti in Italia che compiono diciotto anni nel 2016



500 euro da spendere in cultura: questo il valore del bonus che la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015 , n.208) assegna a tutti i giovani che compiono diciotto anni nell'anno 2016, residenti in Italia, in possesso di permesso di soggiorno dove richiesto, al fine di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale. Il bonus, operativo dal 3 novembre 2016, può essere utilizzato per l'acquisto di:

* biglietti per assistere a rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo

* libri

* ingresso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali.

I dati anagrafici dei beneficiari sono accertati attraverso SPID, il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini e imprese gestito dall’Agenzia per l’Italia Digitale. La gestione avviene attraverso un’applicazione web, 18App, utilizzabile tramite accesso a www.18App.it sia da parte dei diciottenni che da parte degli esercenti.

L’origine della natura morta in Italia. Caravaggio e il Maestro di Hartford

14 Novembre 2016 - 19 Febbraio 2017

Galleria Borghese

L’esposizione ha lo scopo di esaminare l’arte pittorica dedicata alla natura morta italiana alla fine del ‘500, con particolare focus sulle opere del Caravaggio del XVII secolo. Tra i dipinti di punta c’è anche la 'Canestra di frutta', prestata direttamente dalla Pinacoteca Ambrosiana di Milano e opera che dà il via ufficialmente al genere della natura morta come protagonista unica slegata dalla figura umana.

La mostra sarà visibile alla Galleria Borghese, in Piazzale Scipione Borghese 5, fino al 19 febbraio 2017, lo scopo è quello di celebrare la natura morta svincolata dai soggetti umani e per farlo, oltre ai dipinti del Merisi, saranno esposti anche dei dipinti su tela del Wadsworth Atheneum Museum of Art di Hartford, come ‘Vasi di fiori e frutta su tavolo’. La figura del Maestro di Hartford rimane tutt’oggi carica di mistero e ancora adesso si discute sulla sua possibile identità. A tal proposito si cerca di indagare il contesto della pittura morta nella Roma di fine ‘500 e lo sviluppo portato da Caravaggio pochi anni dopo. Oltre al quadro preso in prestito dalla pinacoteca milanese ci sono anche ‘il Bacchino malato’ e ‘il Ragazzo con canestra di frutta’, dipinti celebri di Michelangelo Merisi che vanno ad arricchire i 40 dipinti in mostra fino a febbraio, tra cui anche 'Fiasca spagliata con fiori' attribuita al Maestro della fiasca di Forlì.
  • Orari d'apertura: dal martedì alla domenica con apertura dalle ore 9 alle 19 (lunedì chiuso). L’ultimo ingresso è fissato per le ore 17 ed è necessaria la prenotazione

Galleria Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale di Urbino.
Giochiamo! Giochi e giocattoli dal Rinascimento al Barocco


27 Ottobre 2016 – 5 Febbraio 2017

Organizzata dalla Galleria Nazionale delle Marche con la prestigiosa collaborazione dei Kunsthistorisches Museum e curata da Valentina Catalucci, la mostra racconta i due importanti periodi storici del Rinascimento e del Barocco attraverso un percorso inconsueto e originale di giochi, giocattoli e passatempi che si diffusero dal Quattrocento al Seicento in tutta Europa.

L’esposizione comprende carte da gioco, scacchiere, libri, giocattoli, dipinti ed incisioni provenienti da prestigiose collezioni austriache, tedesche e italiane.

Insieme a rappresentazioni di scene di gioco come il quadro con la Partita a scacchi di Giulio Campi di Palazzo Madama a Torino, alcune opere molto rare trasportano il visitatore in un mondo “Ludico” che fin dall’inizio sorprende per la sua preziosità.


Galleria Nazionale - Time is Out of Joint


11 Ottobre - 15 Aprile 2018

Con l’inaugurazione della grande mostra Time is Out of Joint, lunedì 10 ottobre 2016, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, diretta da Cristiana Collu, scrive un nuovo capitolo della sua storia portando a compimento l’ampio processo di trasformazione, riorganizzazione e riallestimento, iniziato il 21 giugno 2016, con la restituzione al pubblico di spazi completamente rinnovati e la profonda rilettura delle sue collezioni.

L’esposizione, il cui titolo cita i versi dell’Amleto di William Shakespeare “The time is out of joint”, sonda l’elasticità del concetto di tempo, un tempo non lineare, ma stratificato, che sembra porre in atto il dilemma dello storico dell’arte Hans Belting “la fine della storia dell’arte o la libertà dell’arte”. È il definitivo abbandono di qualsiasi linearità storica, per una visione che dispiega, su un piano sincronico, le opere come sedimenti della lunga vita del museo: da Giacomo Balla, Gustav Klimt, Lucio Fontana, Alberto Giacometti a Cristina Lucas, Adrian Paci, Sophie Ristelhueber, per citarne alcuni.

Sostenuta dall’autonomia speciale della riforma del MiBACT, la Galleria Nazionale si propone come luogo di scoperta, aperto alla ricerca e alla contemplazione, e spazio di riflessione sui linguaggi, sulle pratiche espositive e sul ruolo del museo contemporaneo.


Galleria Borghese - Ritratto di Giulio Sacchetti di Pietro da Cortona

Donato dalla Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti
Lunedì 19 Settembre 2016

La Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti ha donato il Ritratto di Giulio Sacchetti, olio su tela di Pietro da Cortona, alla Galleria Borghese.

L’opera, conservata per secoli nella dimora antica della Casata, ne esce oggi per riunirsi al suo pendant, il ritratto di Marcello Sacchetti, anch’esso di Pietro da Cortona, già in Collezione Borghese.

Tornano ad incontrarsi i ritratti dei due fratelli e ricongiungono, idealmente quanto concretamente, la storia delle due tra le più autorevoli dinastie di committenti del Seicento a Roma, i Sacchetti e i Borghese.

Il pubblico potrà ammirare il ritratto, per circa un mese, presso la sala Mariano Rossi della Galleria, successivamente verrà collocato nella Loggia di Lanfranco, al piano della pinacoteca del Museo, accanto e in relazione ai ritratti di Scipione Borghese e di Gian Lorenzo Bernini, oltre che sotto il Concilio degli dei di Lanfranco.


IL CASTELLO SEGRETO

Il Castello segreto è il titolo di un progetto ideato dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, che rende visibili alcune zone particolari del Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo. Per quanto di rimarchevole valore storico e artistico, di solito queste aree risultano chiuse per motivi di sicurezza: la loro conformazione e l’angustia delle dimensioni preclude, di fatto, l’accesso all’alto numero di visitatori che ogni giorno frequenta il monumento. L’apertura al pubblico, da ritenersi un evento eccezionale, avviene grazie a visite guidate in italiano e in inglese, realizzate da personale specializzato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il Castello segreto prevede un itinerario esclusivo e affascinante nel cuore del monumento. La visita ha come tappe il Passetto di Borgo, ovvero il camminamento di 800 metri che connette il Castello ai Palazzi Vaticani; le Prigioni storiche; le Oliare, gli ambienti adibiti un tempo a depositi alimentari; infine, il cortile di Leone X, il locale detto ‘del Forno’ e la minuscola Stufetta di Clemente VII, cioè la sala da bagno del pontefice, celebre fra l’altro per gli affreschi della bottega di Raffaello Sanzio.

  • Visite speciali: tutti i giorni, 4 al giorno, 2 in italiano (11:00, 17:00) e 2 in inglese (10:00, 16:00).
  • Gruppi massimo 15 persone.
  • Prezzo: Euro 5,00 oltre il costo del biglietto d'ingresso
  • Per prenotazioni: 06 32810
  • Approfondimento


CAPOLAVORI DELL’ANTICA PORCELLANA CINESE DAL MUSEO DI SHANGAI X – XIX SEC. D.C.

23 Giugno 2016 - 16 Febbraio 2017

In mostra per la prima volta in Italia le antiche ceramiche cinesi della collezione del Museo di Shangai, una delle istituzioni museali più importanti della Cina.

74 preziose manifatture di diversa datazione storica saranno ospitate nello splendido scenario di Palazzo Venezia: dalla grande varietà delle ceramiche Song e Yuan (960 – 1368) alle ceramiche Ming delle fornaci di Jingdezhen (1368 – 1644) fino alle più recenti prodotte durante la dinastia Quing (1644 – 1911).

Utesili di vario genere, vasi da fiori, oggetti per rituali e molto altro in una mostra unica nel suo genere e irripetibile.


NEWS

SALA DELLA BIBLIOTECA A CASTEL SANT'ANGELO

Ha riaperto al pubblico, al termine dei lavori di restauro della volta, la Sala della Biblioteca del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, con i suoi preziosi affreschi cinquecenteschi.

La Sala venne progettata intorno alla metà del '500 da Raffaello da Montelupo, architetto toscano collaboratore di Michelangelo, nell’ambito del vasto programma di ristrutturazione intrapreso da Paolo III Farnese come risarcimento a seguito dei danni causati al monumento dal Sacco di Roma (1527)

  • Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo
  • Sala della Biblioteca
Scopri di più

SCOPRI PENGUINPASS

Penguinpass è l’applicazione che ti permette di conoscere quanto accade attorno a te e di accedervi in maniera facile e immediata. Rivoluziona il concetto di accesso ad un evento, che si tratti di una mostra, di un concerto , lavoriamo per rendere la tua visita sempre più smart e per facilitare al meglio il tuo ingresso!

Con Penguinpass puoi cercare i tuoi eventi e avere a portata di click tutte le informazioni utili alla tua visita.

Scopri di più