Galleria Borghese
Artisti | Mostre | Didattica/visite guidate | Merchandising | Catalogo libri | Prenotazione biglietti | Info sui musei
English version

Paolina Borghese (1805-1808) Storia dell'opera | Antonio Canova

1750

1757. Nasce a Possagno (Treviso)

1760

1762.Il contratto sociale di Rosseau
1768.Fondata a Londra la Royal Academy of Arts

1770

1770. Muore G.B. Tiepolo
1773-76. Euridice e Orfeo
1776.Dichiarazione Indipendenza americana
1777-79. Dedalo e Icaro

1780

1781.Critica della ragion pura di Kant
1783-87.Monumento funebre di Clemente XIV
1787-93. Amore e Psiche
1789. Presa della bastiglia

1790

1793.Periodo del terrore in Francia
1799. Napoleone Primo Console

1800

1804. Napoleone I Imperatore
1804-08. Paolina Borghese
1807.Invenzione della nave a vapore

1810

1812-16. Le tre grazie
1815. Battaglia di Waterloo
1817-22.Monumento degli ultimi Stuart

1820

1820. Moti liberali in Europa
1822. Muore a Venezia
1822.Champollion decifra i geroglifici
Antonio Canova (fig. 1) è l'artista più famoso d'Europa, quando viene incaricato di scolpire il ritratto della consorte del principe Camillo Borghese. Scolpita da un unico bloccco di purissimo marmo di Carrara, con l'innesto di due porzioni marmoree di forma triangolare, all'estremità dell'imbottitura e sullo schienale. La sua collocazione attuale è, però, relativamente tarda (1889), successiva di circa otto decenni agli anni della realizzazione.
Antonio Canova aveva incominciato ad occuparsi della "statua della principessa Borghese" nel 1804. Come sempre, Canova aveva studiato a lungo il soggetto e le diverse possibilità di composizione, prima di procedere all'esecuzione del modello in gesso (fig. 2), grande al vero, con l'indicazione di tutti i "punti chiave" che servivano ai collaboratori per la sbozzatura del marmo, prima dell'"ultima mano", riservata dallo scultore veneto a se stesso, per raggiungere i tipici effetti di straordinaria morbidezza.
Anche se non sono noti bozzetti in terracotta o in creta che costituivano, di solito, il momento progettuale intermedio, esistono quattro disegni di studio. Di questi due risultano particolarmente interessanti: uno per una diversa ipotesi compositiva (fig. 3) (il braccio sinistro sollevato sulla testa) e un altro disegno (fig. 4) per il rapporto tra la figura, il materasso e l'agrippina con le "cortine". E' particolarmente interessante il primo disegno, perchè rivela, in modo esplicito, l'influenza esercitata sul Canova dalle altre esperienze precedenti, al fine di raggiungere lo straordinario, ritmato, bilanciamento compositivo della Venere-Paolina.
fig.1
fig.2
fig.3
fig.4
torna a Galleria Borghese
Galleria Borghese Galleria Spada Museo Nazionale di Castel S. Angelo
Galleria Barberini Galleria Corsini Palazzo Ducale di Urbino
Museo Nazionale del Palazzo di Venezia Museo Aperto del Tridente Rocca Demaniale di Gradara
Web development: posizionamento siti web