Fino a che età si può guidare la macchina? La regola del Codice della Strada che pochi conoscono

Ti sei mai chiesto fino a che età puoi guidare l’auto senza incorrere in sanzioni? Ecco tutto quello che devi sapere in merito. 

La validità di una patente di guida non è senza fine e, per questioni legate anche alla propria condizione fisica, può essere ritirata prima del previsto. Per questo motivo, effettuare il rinnovo patente è indispensabile in modo tale da avere la garanzia di non correre rischi e di incorrere in sanzioni previste dal Codice della Strada. Quando si deve effettuare il rinnovo, è necessario presentarsi nella scuola guida più vicina.

Limite di età per guidare
Fino a che età si può guidare? Galleriaborghese.it

Questo passaggio è fondamentale per essere sottoposti all’esame del medico legale il quale, deve verificare le capacità visive e motorie della persona. È necessario vedere bene per poter rispondere prontamente a eventuali problemi che si possono incontrare sul proprio percorso alla guida. Con il passare del tempo e dell’età, sarà necessario ripetere più volte l’esame oculistico, per scongiurare qualsiasi problema dovuto all’invecchiamento naturale.

Fino a che età si può guidare? Ecco cosa dice la Legge

Fino ai 50 anni di età la validità del documento di guida è di dieci anni, successivamente diminuisce. Tra i 50 e i 70 anni è necessario ripetere la procedura ogni 5 anni, mentre dopo i 70 anni l’esame oculistico con il medico legale andrà ripetuto ogni tre anni. Superati gli 80 anni, se si gode di un buono stato di salute, è possibile continuare a guidare per rimanere autonomi e potersi spostare liberamente.

Limite di età per guidare
La legge parla chiaro: ecco fino a che età si può guidare Galleriaborghese.it

Se al compimento degli 80 anni si decide di continuare a guidare, l’unica accortezza richiesta è quella di effettuare il rinnovo patente ogni due anni. Il Codice della Strada non pone un limite di età alla guida, a patto che l’interessato riesca a superare l’esame di guida e gli accertamenti del medico legale. È compito quindi di chi effettua il controllo, valutare se si sia idonei per proseguire la propria esperienza al volante, per il resto non ci sono vincoli di alcun tipo.

Ovviamente, per quanto riguarda i conducenti più anziani, l’intervento dei familiari e degli amici è importante qualora si noti un rallentamento dei riflessi e una difficoltà visiva crescente. È fondamentale fermarli in tempo per salvaguardare sia la loro sicurezza che quella degli altri utenti della strada. La Legge non impone un limite di età alla guida ma, è giusto limitarsi autonomamente quando si capisce di aver perso i giusti riflessi e capacità per guidare.

Impostazioni privacy