Fare attività fisica a stomaco vuoto fa bene o male e aiuta o no a perdere peso? Quasi tutti sbagliano risposta

Fare attività fisica è importante, ma è giusto farla bene: è corretto quindi allenarsi a stomaco vuoto? Ecco le risposte che cercate.

La buona notizia è che, ormai, pensiamo a tenerci in forma un po’ in ogni momento dell’anno e non solo quando la temuta “prova costume” si avvicina. La cattiva notizia è che ancora sappiamo troppo poco per avere effettivi benefici dal nostro stile di vita e, in particolare, dall’attività fisica che mettiamo in atto. Per esempio, sapreste rispondere (correttamente) alla domanda: fare attività fisica a stomaco vuoto fa bene o male e aiuta a dimagrire?

Attività fisica a stomaco vuoto
Fa bene fare attività fisica a stomaco vuoto? Galleriaborghese.it

Più volte vi abbiamo esortato (e non smetteremo mai di farlo) circa l’opportunità, anzi, la necessità, di svolgere regolarmente attività fisica, sempre. Ovviamente in maniera compatibile con la nostra età e le nostre condizioni di salute e, magari, affidandoci ai consigli di un personal trainer.

Molte persone si allenano al mattino presto, soprattutto a stomaco vuoto. Da massimo a massimo, consumeranno un bicchiere d’acqua. Fare esercizio a stomaco vuoto, dopo non aver mangiato per circa 10-14 ore, è noto anche come esercizio a digiuno. D’altra parte, alcune persone non vanno avanti senza una colazione adeguata. Quindi qual è l’ideale?

È giusto fare attività fisica a stomaco vuoto? Ecco cosa sapere

Il concetto di esercizio a digiuno ruota attorno all’idea che quando ci alleniamo prima di mangiare, il nostro corpo attinge al grasso immagazzinato per produrre energia invece di utilizzare i carboidrati facilmente disponibili da un pasto recente. Tuttavia, la decisione di allenarsi a stomaco vuoto dovrebbe basarsi sulla considerazione del tipo e della risposta del proprio corpo. Insomma, bisogna sempre capire cosa sia più giusto per noi: può sembrare un’ovvietà, ma, evidentemente, non è così.

Attività fisica a stomaco vuoto
È giusto allenarsi a stomaco vuoto? Galleriaborghese.it

Quando ci alleniamo a digiuno, i livelli di insulina sono generalmente più bassi. Ciò potrebbe consentire al corpo di mobilitare e utilizzare meglio il grasso immagazzinato per produrre energia, favorendo potenzialmente la perdita di peso. Alcuni studi suggeriscono che gli allenamenti a digiuno possono migliorare la sensibilità all’insulina. Molte persone si sentono più leggere e a loro agio se si allenano a stomaco vuoto, invece di farlo dopo aver fatto colazione.

Alcune persone scoprono di perdere energia e resistenza quando si allenano a stomaco vuoto. Ciò può portare a una diminuzione dell’intensità e delle prestazioni dell’allenamento, che potrebbe ostacolare il progresso generale. C’è poi chi può sentirsi a disagio o avere vertigini quando si esercita a stomaco vuoto. In questi casi è meglio mangiare qualcosa prima dell’allenamento. Non è necessario consumare un pasto elaborato, può essere qualcosa di piccolo ma nutriente come semi, noci e/o frutta.

Dunque, in conclusione possiamo dire (anzi, ribadire) che l’attività fisica sia un elemento fondamentale nella nostra vita, ma dobbiamo assicurarci di farla bene. Assicuriamoci di iniziare con allenamenti di intensità moderata per valutare il nostro comfort e i nostri livelli di energia. È importante rimanere idratati, quindi assicuriamoci di bere acqua prima, durante e dopo l’allenamento.

Dopo l’allenamento, poi, dovremmo sempre consumare un pasto equilibrato che includa fonti ricche e naturali di proteine ​​e carboidrati per supportare il recupero muscolare e ricostituire le riserve di glicogeno. Insomma, allenarsi a stomaco vuoto non è l’unica via. Anzi, l’unica via che conta è sempre e solo quella di ascoltare il nostro corpo.

Impostazioni privacy