È il nostro “secondo cervello” ed è fondamentale per la salute: ecco come prendersene cura

Se vogliamo restare in salute e in forma occorre prendersi cura del cosiddetto “secondo cervello”. Vediamo come trattarlo bene.

La salute del corpo e della mente è indispensabile per affrontare le sfide che la vita ci pone. Non possiamo mai abbassare la guardia o perderemmo subito il benessere. Il corpo è in salute se lo è anche la mente e viceversa. Quando si ha una malattia fisica si affatica anche il pensiero mentre se ad avere disturbi è il cervello si avvertiranno ripercussioni sul corpo.

secondo cervello il segreto per stare in salute
Il secondo cervello di cui prendersi cura Galleriaborghese.it

Diversi studi hanno dimostrato questa correlazione dalla quale trarre indicazioni per vivere in una situazione di costante benessere. Dobbiamo curare i nostri mali o sarà difficile riuscire ad affrontare la quotidianità giorno dopo giorno. Aggiungiamo un’altra connessione dimostrata scientificamente, quella tra cervello e intestino. Una sinergia profonda che ha un grande impatto sul benessere della persona. Non bisogna sottovalutare il ruolo dell’intestino sulla salute dell’intero organismo. D’altronde è il nostro secondo cervello. Agisce non solo sulle condizioni fisiche del corpo ma anche sulla psiche.

Come prendersi cura del “secondo cervello”

Pensiamo che l’intestino serva solamente per digerire il cibo ma la realtà è ben diversa. La presenza di milioni di cellule e fibre neurali rende l’intestino un centro nervoso che agisce in autonomia ed è capace di provocare contrazioni intestinali, rilasciare gli enzimi digestivi, elaborare gli stimoli interni ed esterni.

secondo cervello il segreto per stare in salute
Come garantire il benessere all’intestino Galleriaborghese.it

Significa che cervello e intestino si influenzano l’uno con l’altro e determinano insieme lo stato di benessere psico-fisico della persona. L’intestino rilascia ormoni, condiziona il sistema immunitario, attiva i circuiti dell’ansia e della paura quando si è stressati. Tante funzioni diverse che contribuiscono al nostro stare bene. Come possiamo, dunque, prendercene cura per evitare problematiche?

Il microbiota intestinale si rinnova periodicamente in base a fattori genetici, alimentari, legati allo stile di vita, all’alimentazione, a fattori ambientali. Se le condizioni sono ottimali – seguendo, ad esempio, una dieta sana ed equilibrata o riuscendo a gestire lo stress – allora i microrganismi del microbiota garantiranno un’azione beneficia sul corpo. In caso contrario la barriera protettiva sarà fragile e la qualità della vita peggiorerà.

Ecco perché è importante soffermarsi a pensare alle abitudini alimentari da cambiare per far funzionare correttamente il nostro secondo cervello. Sono importanti anche la corretta idratazione e l’attività fisica per accelerare il metabolismo e per allentare le tensioni emotive che influirebbero negativamente sull’intestino. In conclusione occorre trattare bene il proprio intestino per restare in salute.

Impostazioni privacy