Chiara Ferragni rischia seriamente 3 anni di carcere: l’impatto accusatorio

Chiara Ferragni è nei guai per il caso del pandoro Balocco, ma le cose potrebbero essere molto più gravi di quelle che sembrano.

L’influncer rischierebbe circa 3 anni di carcere dopo lo scandalo Balocco: vediamo per quale motivo e come mai non sta uscendo di casa da quando è scoppiata la bufera.

chiara ferragni guai carcere
Chiara Ferragni rischia seriamente 3 anni di carcere (Instagram @chiaraferragni) Galleriaborghese.it

Rischia il carcere Chiara Ferragni? A quanto pare l’imprenditrice digitale si trova in guai decisamente seri dopo lo scandalo del pandoro Balocco. Un Natale e un Capodanno decisamente sotto tono per l’influencer che, abituata a festeggiare in chalet su Dolomiti con amici e famiglia, quest’anno si è ritrovata a vivere le feste i un silenzioso appartamento della City Life di Milano. Le accuse contro di lei sono gravi: ecco cosa rischia.

Chiara Ferragni rischia 3 anni di carcere dopo le accuse: ecco il motivo

Lo scandalo che ha investito Chiara Ferragni è di proporzioni grandi. L’Antitrust, cioè l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, ha inflitto oltre un milione di euro di multa per pratiche commerciali scorrette all’influencer. Il motivo è che lei, la regina della influencer, colei che ha creato quasi dal nulla un lavoro, ha fatto pubblicità ingannevole. Il caso è ormai noto a tutti e si riferisce al pandoro Balocco, quello nella versione Pink venduto lo scorso anno. La Ferragni e la Balocco avrebbero fatto credere che parte dei soldi spesi per acquistare quei pandori sarebbe andata all’ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino per finanziare le cure ai bambini con tumori alle ossa e la ricerca su queste malattie.

chiara ferragni guai carcere
L’impatto accusatorio (Instagram @chiaraferragni) Galleriaborghese.it

La realtà però non era proprio questa infatti i soldi provenienti dalla vendita dei pandori “Pink Christmas” non erano destinati alla beneficenza. Con questa pubblicità però l’azienda ha incassato tanti soldi, considerando che la vendita era di 9 euro a pezzo(il triplo di quanto normalmente costa), e la stessa Ferragni ha guadagnato 1 milione di euro. L’Antitrust quindi accusa l’imprenditrice digitale, che ha un giro d’affari di 90 milioni di euro, di essersi arricchita ancora di più facendo finta beneficenza della pelle di bimbi malati di cancro. L’accusa è pesantissima e richiusa di distruggere l’immagine di Chiara Ferragni, sulla quale si basa il suo impero economico.

L’azienda Balocco infatti aveva fatto una donazione di 50mila euro, prima delle vendite. Sul cartellino del pandoro però c’era scritto che Chiara Ferragni e Balocco sostenevano l’ospedale Regina Margherita finanziando l’acquisto di un nuovo macchinario per le cure dei bambini. Le persone hanno così comprato il pandoro famoso seguendo anche la Ferragni sui social convinti di fare beneficenza. Così però non è stato. L’Antitrust ha indagato dopo che la giornalista Selvaggia Lucarelli ha avviato un’inchiesta e alla fine la Balocco è stata multata per 420mila euro mentre la Ferragni per 1 milione. Entrambe hanno fatto ricorso, ma lo scandalo è divampato. In pochi giorni la Ferragni ha perso seguaci sui follower, è stata sommersa dalle critiche. La stessa premier Giorgia Meloni ha attaccato la Ferragni, scatenando la sua risposta nel famoso video di scuse e la donazione di 1 milione di euro.

Perché Chiara Ferragni rischia il carcere

Ma non è finita ancora qui infatti l’associazione dei consumatori Codacons ha denunciato la Ferragni per truffa aggravata a danno dei consumatori. Il reato è punibile con il carcere da 6 mesi a 3 anni. Inoltre la Procura ha avviato un’indagine che riguarda anche la stessa operazione ma fatta per le uova di Pasqua della Ferragni. In questo caso la vendita era associata alla beneficenza per “I bambini delle Fate”, associazione che sostiene i ragazzi autistici. Ma il presidente Franco Antonello sostiene di non aver mai avuto contatti con l’imprenditrice digitale. Insomma in attesa di capire cosa accadrà la Ferragni si è trincerata in un silenzio social nel suo lussuosissimo e nuovo appartamento di Milano.

Impostazioni privacy