Allarme Google, è allerta per questa applicazione che tutti hanno sul telefono: controlla immediatamente

Google in subbuglio, allerta totale su quest’applicazione presente su tutti i dispositivi, controlla anche tu per non rimanere fregato.

Con lo sviluppo tecnologico le truffe digitali si sono moltiplicate. Chi compie atti illegali digitalmente che truffano le persone e rubano il denaro viene definito come cybercriminale. Nel 2021 furono contate oltre 260 milioni di tipologie di truffe online che hanno causato perdite per più di 40 miliardi di dollari, in questi due anni secondo analisi e studi sono aumentate. In Italia 8 milioni di persone nel 2022 hanno subito danni dalle frodi online per un ammontare di 3 miliardi di euro.

allarme Google
Google sta provvedendo a intrusioni di terzi non volute Galleriaborghese.it

La crescita delle truffe online è dovuta a tutti i passi avanti che possiamo compiere nel mondo di internet, che permettono di studiare nuovi metodi e strategie per profilarci dati o denaro. Una particolare rete, l’infrastruttura di comando e controllo (C2), è vitale per i cybercriminali che permette di gestire i malware e di seguire poi i dispositivi che vengono compromessi. Tuttavia questa rete diventa anche una debolezza, poiché questi server possono essere raggiunti e eliminati dalla sicurezza online.

Allarme Google: quest’applicazione che abbiamo tutti è un pericolo

Di recente è stato dimostrato, a seguito di alcune indagini, che applicazioni come “Google Calendar” siano diventate un punto d’ingresso per i cybercriminali, che inserendo nei nostri calendari eventi non programmati da noi poi possono accedere al dispositivo. Inseriscono link o messaggi che ti inducono dove vogliono loro per truffarti.

Allerta Google
Allarme Google per applicazioni che abbiamo tutti Galleriaborghese.it

Ovviamente Google ha subito preso provvedimenti bloccando tutti gli account che avrebbero subito questo problema. Ma se le tecniche di questi criminali informatici stanno avendo un evoluzione a pari passo nostro e riescono addirittura a insidiarsi in sistemi come quelli di Google come potremo fare a prevedere dove arriveranno o a tutelarci? Tutta la comunità informatica è molto preoccupata e sta cercando di impiegare più risorse possibili per bloccare danni ulteriori e scoprire prima i metodi d’infiltrazione di questi furbi criminali.

Purtroppo il problema non tratta, poi, solo di Google Calendar ma anche Google Docs che sembra abbia subito molteplici attacchi, in cui venivano inviate e-mail da enti pubblici e famosi come Google per collegarsi con i tuoi dispositivi. Questi software e piattaforme note a tutti sono un benessere per noi, ma anche per i truffatori, perché appoggiandosi ai loro nomi ci fanno credere di stare in sicurezza. Quindi, è meglio prestare molta attenzione, prima di inserire dati sensibili.

Impostazioni privacy