Allarme alimentare su vino, succhi di frutta e salumi: cosa si rischia e cosa evitare

Vino, succhi di frutta e salumi sono considerati sempre più come dannosi per la salute. Scopriamo perché e se e come consumarli.

Quando si parla di sana e corretta alimentazione si devono prendere in considerazione diversi aspetti. Ogni alimento, infatti, una volta ingerito provoca tutta una serie di cambiamenti ormonali e fisiologici che con il tempo interagiscono con la nostra salute.

allarme vino, salumi e succhi di frutta
Allarme alimentari: vino, salumi e succhi di frutta al centro del ciclone – galleriaborghese.it

È il caso del vino e di altri alimenti di largo consumo che negli ultimi tempi sono stati più volte bollati come nocivi per via di studi più approfonditi ed in grado di metterne alla luce gli effetti negativi. Scopriamo, quindi, cosa c’è da sapere a riguardo e quali sono gli alimenti che andrebbero evitati o consumati davvero in moderate quantità.

Allarme alimentare: perché vino, succhi di frutta e salumi sono considerati nocivi per la salute

Iniziamo parlando del vino che, di questi tempi, è sempre più sotto i riflettori per via dei suoi presunti effetti negativi. Alcuni nuovi studi hanno ribaltato quelli secondo cui, se assunto in piccole quantità, sia amico del cuore. L’indagine che aveva sviluppato questa teoria infatti aveva preso in considerazione astemi e persone che bevevano abitualmente piccole quantità di vino.

Tra gli astemi (che sembravano essere meno in salute o con maggiori tassi di mortalità) c’erano però diversi ex alcolisti e malati che non bevevano più ma che lo avevano fatto in passato. Eliminate queste variabili confondenti, lo studio ha portato a risultati del tutto diversi rilevando maggior salute e vita più lunga in astemi che non bevevano per pura scelta o gusto.

allarme vino, salumi e succhi di frutta
La verità sul vino evidenziata dagli studi recenti – galleriaborghese.it

A tutto ciò si aggiungono le nuove indagini dell’International Agency for Research on Cancer (Iarc) che hanno posto l’etanolo tra le sostanze cancerogene, mettendo così in cattiva luce il vino e tutte le bevande alcoliche che lo contengono. In altre parole, ad essere sotto accusa è l’alcol etilico che viene aggiunto alle bevande e che le rende nocive per la salute. Bere vino, quindi, non fa bene alla salute. E questo perché gli unici effetti positivi dati dai flavonoidi della frutta si possono appunto trovare in uva e frutta fresca.

Se proprio non se ne può fare a meno, è meglio attenersi ad un bicchiere al giorno per le donne e gli over 65 e a due per gli uomini. I minori invece (per i quali è comunque vietata la vendita) non dovrebbero proprio avvicinarsi a questa bevanda. Ma non finisce qui, perché sotto inchiesta ci sono anche succhi di frutta, in questo caso considerati nocivi per la quantità di zuccheri presenti. E che, quindi, è meglio consumare solo se fatti in casa e all’interno di pasti bilanciati e ricchi di fibre.

Stessa cosa vale per i salumi che, come sappiamo da tempo, andrebbero moderati e consumati solo saltuariamente in quanto rientrano tra gli alimenti processati e dannosi per la salute. Insomma, mangiare bene oggi significa prima di tutto informarsi e consumare alimenti sani da inserire sempre in un’alimentazione che sia varia e priva di eccessi. Solo così si otterranno risultati ottimali per la salute e per il senso di benessere che si ha solo mangiando bene.

Impostazioni privacy