Alcol, vendita ai minori: cosa rischiano i gestori che non rispettano la legge

In Italia è vietata la vendita di bevande alcoliche ai minorenni. Ma cosa accade a chi infrange la legge? Ecco quali sono i rischi.

I gestori dei locali, bar, ristoranti e negozi di bevande alcoliche che somministrano illegalmente vino, birra, liquori e superalcolici ai minori possono essere severamente puniti se infrangono le norme che disciplinano la sicurezza delle città italiane. Scopri cosa può succedere.

multe vendita alcolici ai minorenni
Come la legge italiana punisce chi vende alcol ai minori – galleriaborghese.it

Vendere alcol a chi ancora non ha compiuto la maggiore età nel nostro Paese è un reato a tutti gli effetti. Chi commette tale illecito rischia multe e sanzioni amministrative salatissime o addirittura sanzioni penali. Ecco a quanto ammonta la cifra da pagare e in quali casi è previsto il carcere.

Alcol, che cosa rischia chi vende alcol ai minori di 18 anni

La vendita di alcol ai minori di 18 anni nel nostro Paese è vietata, e a stabilirlo è stato il Decreto Legge numero 14 del 20 febbraio del 2017, che ha messo nero su bianco il divieto di vendere e di somministrare alcolici ai minorenni. Il legislatore ha disciplinato la delicata materia anche attraverso l’art. 689 del codice penale che stabilisce che “In tutti i pubblici esercizi situati sul territorio nazionale è vietata la vendita e la somministrazione di bevande alcooliche ai soggetti minori di anni diciotto”. Il divieto di estende anche agli infermi di mente.

divieto vendita alcol ai minori
Quali sono le sanzioni previste per chi vende alcol ai minori – galeriaborghese.it

Questo divieto chiaramente riguarda sia i ristoratori che gli albergatori, e chi possiede e gestisce locali, discoteche, bar ma anche i supermercati, i negozi di generi alimentari che hanno in vendita, oltre al cibo, anche liquori, vini, birra e superalcolici, e si estende anche i punti vendita specializzati e alle enoteche. Ma che cosa rischia chi fornisce alcol ai minori di 18 anni? Ecco che cosa dice la legge italiana.

Le multe per chi contravviene a questo divieto sono molto salate e si può incorrere anche in gravissime conseguenze penali, in base alla gravità del reato.

  • Se vengono venduti ai minori di 18 anni degli alcolici, la sanzione pecuniaria può variare dai 250 euro ai 1000 euro.
  • Chi invece offre a individui minori di 16 anni la possibilità di consumare bevande alcoliche può essere arrestato, e la legge in questo caso prevede la detenzione fino a un anno. Inoltre, se l’illecito si ripete, il responsabile è tenuto a pagare una multa che va dai 1.000 ai 25.000 euro. La sua attività commerciale, infine, resta sospesa per tre mesi.
  • Se il comportamento illecito viene replicato i responsabili possono essere obbligati a chiudere la loro attività. Nel suddetto decreto, infatti, all’articolo 12 si legge: “Si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 2.000 euro con la sospensione dell’attività per tre mesi”.
Impostazioni privacy