Wi-Fi, la tua sicurezza è a rischio: fai questa azione con costanza

Un errore che tutti noi facciamo nelle nostre famiglie e nelle nostre case: ecco come possiamo difendere il Wi-Fi dagli attacchi informatici.

La tecnologia è importante, oseremmo dire fondamentale. Senza un avanzamento di nuovi metodi e nuovi strumenti, anche il nostro lavoro sarebbe pesantemente penalizzato. Ma ci sono i pro e i contro. Già perché, per esempio, l’utilissimo Wi-Fi, che ci fa utilizzare la rete internet sia per lavorare, ma anche, banalmente, per guardare partite e film, può essere una porta d’accesso che mette a rischio la nostra sicurezza. Ecco cosa dobbiamo fare per difenderci. 

Wi-Fi, rischio sicurezza
Ecco come difendere il nostro Wi-Fi Galleriaborghese.it

Come ben sappiamo, infatti, gli hacker utilizzano metodi sempre più sofisticati per violare la nostra sicurezza e rubare i nostri dati. Lo fanno sia per rivenderli sul deep web, oppure per chiederci un riscatto proprio per non farlo. Ancora, altri criminali informatici vogliono “semplicemente” rubare le nostre credenziali per svuotarci il conto.

Per questo la sicurezza informatica è qualcosa su cui si dovrebbe investire molto. Lo fanno, evidentemente, le grandi aziende. Lo fanno molto meno i cittadini, che considerano a sottovalutare il fenomeno. Non esiste ancora una vera e propria alfabetizzazione digitale che possa metterci al riparo da questi problemi. Per esempio, ecco un errore che fanno quasi tutti in casa e che riguarda un oggetto e un servizio che, ormai, abbiamo tutti nelle nostre abitazioni: il router e il Wi-Fi.

Wi-Fi, sicurezza a rischio: ecco come proteggersi

Si tratta di un errore che potrebbe rallentare la nostra connessione Internet, ma non solo. Soprattutto in determinate ore e soprattutto nelle famiglie numerose. Ma non si tratta solo di un problema di efficienza del servizio (già, di per sé, molto importante). Ma anche di un problema legato alla sicurezza stessa della nostra connessione.

Wi-Fi, sicurezza
Wi-Fi: sicurezza a rischio Galleriaborghese.it

I tecnici infatti sostengono che se il router non viene aggiornato regolarmente, potrebbe subire un attacco informatico o addirittura spegnersi. Proprio per evitare questo inconveniente e garantire che il Wi-Fi sia sempre ottimizzato, è utile anche lasciare il router acceso continuamente. Soprattutto nelle prime ore del mattino, perché di solito è in quella fascia oraria (quando, solitamente, internet si usa di meno) che vengono forniti gli aggiornamenti software. Ad esempio, vale la pena eseguire un test di velocità semi-regolare, per essere sicuri di ottenere le velocità previste. Ovviamente, il servizio migliora in base alla collocazione del router, che dev’essere in una posizione centrale rispetto ai dispositivi che vanno collegati.

E, come dicevamo, non è solo un problema di efficienza, ma anche di sicurezza. Gli aggiornamenti software migliorano la sicurezza del router e risolvono anche eventuali bug rilevati o sfruttati dagli hacker. Al contrario, come ormai dovremmo sapere, i criminali informatici banchetteranno “a casa nostra”…

Impostazioni privacy