Vite al limite, accuse molto dure: dopo la morte improvvisa si cercano i colpevoli

Vite al limite è un programma che ha cambiato le vite di diverse persone, ma alcuni dei pazienti sono morti durante o dopo la trasmissione.

Una delle trasmissioni più note nell’ambito del dimagrimento, è Vite al limite. Si tratta di un programma statunitense, ambientato in una clinica di Houston, in Texas, in cui il dottor Younan Nowzaradan, 79 anni, si occupa di pazienti affetti da obesità.

Vite al limite, i pazienti morti dopo il programma
Quali sono i pazienti morti durante e dopo il programma? (Fonte TLC) -Galleriaborghese.it

Un’obesità talmente grave (parliamo di pesi tra 200/300 kg e più) che talvolta crea nei pazienti grandi difficoltà di movimento. Il dottore, dopo un primo colloquio con i suoi pazienti, che si svolge in clinica, cerca di comprendere cosa li ha portati a prendere tanto peso e prepara una dieta personalizzata, su misura.

Vite al limite: i pazienti deceduti nel corso o post programma

Il punto è che si tratta di un percorso che richiede davvero tantissima costanza e buona volontà, altrimenti sarà davvero difficoltoso giungere alla fine, e cioè sottoporsi a un intervento di bypass gastrico, che porterà i pazienti a perdere ulteriore peso. Alcuni pazienti riescono a completare il percorso, e si trasformano totalmente, riprendendo in mano la loro vita. Altri, invece, abbandonano per varie ragioni. Altri ancora, durante o dopo la trasmissione, hanno perso la vita.

Sono diversi i pazienti che hanno perso la vita dopo il programma. Questo è accaduto durante o dopo la trasmissione, per diverse ragioni.

Vite al limite, i pazienti deceduti durante o dopo lo show
Vite al limite, Robert Buchel (fonte YouTube.it, TLC) Galleriaborghese.it

Il primo a perdere la vita dopo il programma è stato Henry Foots, morto il 16 maggio 2013 a seguito di un sinistro stradale. Il 2 ottobre 2021, invece, Ashley Randall ha perso la vita per via di un’infezione molto grave. Un’altra persona che non ce l’ha fatta è stata Laura Perez, morta il 17 novembre 2021 per cause sconosciute. Era, tra l’altro, tra i pazienti che erano riusciti a dimagrire di più. A perdere la vita, il 17 febbraio 2019, Sean Milliken, a 29 anni, a causa di una gravissima infezione.

James King, altro ex paziente del dottor Now, è morto il 3 aprile 2020 in ospedale. A sorprendere è stata la morte di Robert Buchel, morto di infarto durante la trasmissione, il 15 novembre 2017. E ancora, a perdere la vita è stato anche James L.B. Bonner, suicidatosi con un colpo di arma da fuoco il 2 agosto 2018. Il 23 agosto dello stesso anno è morta anche Lisa Fleming, per via di complicazioni da malattia sconosciuta. Altra paziente deceduta durante il programma è stata Kelly Mason, morta il 15 febbraio 2019 per infarto, sempre nella clinica di Houston, come Robert Buchel.

Deceduta anche Renee Biran, il 14 maggio 2021, e poi Destinee Lashaee, si pensa suicidandosi, l’8 febbraio 2022 a soli 30 anni. A perdere la vita anche Gina Krasley, il 1° agosto 2021, e Coliesa McMillian, il 22 settembre 2020. Quest’anno, altri due ex pazienti di Vite al limite sono morti: si tratta di Angela Gutierrez, il 1° marzo 2023, a 49 anni e di Larry Myers Jr., scomparso il 13 giugno 2023, sempre a 49 anni, per un attacco cardiaco.

Impostazioni privacy