Virus E11: aumentano i casi di morte, appartiene alla famiglia del coronavirus

L’OMS ha prolungato l’allarme. Il Virus E11 si sta espandendo: aumentano l’apprensione e i casi di morte, soprattutto tra giovani, bambini e neonati.

Lockdown, mascherine, fase 1 e fase 2: convivenza col virus e vaccini. Sappiamo già tutto su una pandemia, chissà se dovremo tornare a utilizzare quei rimedi che ci hanno permesso di superare la diffusione del Covid, non ancora sconfitto totalmente, ma che adesso fa meno paura.

Virus E11: aumentano i casi di morte
Virus E11, aumentano i casi: l’allarme OMS – galleriaborghese.it

All’orizzonte preoccupano i nuovi dati dell’OMS, che già a giugno aveva espresso apprensione per quel Echovirus-1 capace di uccidere sette neonati in Francia, ma più in generale un virus che colpisce in maniera rapidissima provocando il deterioramento di chi viene infettato. A un mese dall’alert dell’Organizzazione Mondiale della Sanità causato dall’aumento di sepsi neonatale con compromissione epatica e insufficienza multiorgano, l’update non induce all’ottimismo.

Sono aumentati i casi. Fattore ancora più preoccupante è che sono incrementati anche in paesi interessati. In Europa il virus E11 è apparso in Italia, Croazia, Spagna, Svezia, Regno Unito e Irlanda del Nord. Nel nostro Paese sono stati segnalati sette episodi di infezione neonatale da E-11. Questi Sono stati confermati tra aprile e giugno. Tre sono stati ricoverati nell’Unità di Terapia Intensiva Neonatale (NICU): un caso è rimasto tutt’ora in terapia intensiva, per due solo positività allo screening ma senza sintomi significativi. Tra questi, uno ha riportato un enorme miglioramento a tal punto che è stato dimesso.

Virus E11, una maggiore incidenza di complicazioni tra i bambini

Situazioni analoghe anche negli altri paesi coinvolti. Febbre alta, tosse persistente, difficoltà respiratorie e mal di gola. Quei sintomi che ben conosciamo, figli del Coronavirus, stanno tornando. Ma non è Covid, bensì una sua variante emersa in Europa negli ultimi anni, ma finora sempre abbondantemente sotto controllo, prima del preoccupante alzamento delle positività.

Virus E11, una variante della famiglia del Coronavirus
Lo spettro del Coronavirus torna ad aleggiare: problemi per giovani, bambini e neonati – galleriaborghese.it

La differenza, almeno finora, rispetto al Coronavirus che nel 2020 provocò lockdown e di fatto una nuova era, è che il virus E11 ha dimostrato di avere una maggiore incidenza di complicazioni gravi nei bambini, da cui una crescente preoccupazione nelle comunità mediche e genitoriali.

Siamo già arrivati al 30% delle morti di bambini causate dal virus E11 rispetto all’anno precedente. Secondo il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie (ECDC), i dati preliminari suggeriscono che la vaccinazione potrebbe essere efficace anche nel ridurre la gravità delle infezioni nei bambini. Finora solo Austria, Belgio, Danimarca, Paesi Bassi e Norvegia non hanno osservato alcun aumento di E-11 associato a casi di sepsi neonatale. Nessuna pandemia, se lo diventerà, sapremo affrontarla: ora conosciamo i rimedi.

Impostazioni privacy