Vecchie Lire: sono solo 6 gli esemplari richiesti dai collezionisti, ma se li hai… | Quanto valgono

Questi 6 esemplari di Vecchie Lire sono tra i più richiesti dai collezionisti. Se li hai, potresti diventare ricco in poco tempo

Negli ultimi anni, il mondo del collezionismo ha registrato un boom senza precedenti. L’avvento di internet e delle bacheche di annunci online hanno contribuito a far avvicinare sempre più appassionati a questo universo. Ad andare per la maggiore continuano ad essere monete rare, francobolli e vecchi oggetti.

Le 6 vecchie lire che valgono di più
Vecchie lire, questi esemplari valgono tantissimo – Galleriaborghese.it

Ma non solo, perché – soprattutto tra i più giovani – sta impazzando la ricerca di carte e figurine rare, vinili, dischi, action figures e tanto altro. Per ora però, il mercato più redditizio continua ad essere quello delle monete e in particolare delle vecchie Lire. Ce ne sono in particolare 6 che, se le avete in casa, dovete vendere subito: potreste diventare ricchi!

Le 6 Vecchie Lire più richieste dai collezionisti, come riconoscerle e quanto valgono

Le Vecchie Lire rappresentano da decenni uno dei mercati più redditizi in assoluto per ciò che riguarda il mondo del collezionismo. Dei tanti esemplari coniati, alcuni di questi valgono oro. Per diversi motivi. Principalmente si parla di errori di conio, pochi esemplari presenti sul mercato o legami con avvenimenti storici particolari.

Entrando più nello specifico, la moneta antica italiana con più valore in assoluto è la 10 lire del 1946. Questo speciale esemplare, se in ottime condizioni, può valere anche 6mila euro. Discorso simile per la 10 lire del 1947, che potete riconoscere per la presenza di un cavallo alato da un lato e un ramo d’olivo dall’altro. Si parla di 4mila euro di valore.

Vendi subito queste vecchie Lire se le hai in casa
Vecchie Lire, queste 6 valgono una fortuna – Galleriaborghese.it

Da non sottovalutare le 5 lire del 1956, con 400mila esemplari coniati in tutto il Paese e che dunque arrivano a costare fino a 2mila euro. Sempre rimanendo in tema rarità, non si possono non menzionare le 50 lire del 1958, con 800mila esemplari totali e un valore che si aggira intorno ai 2mila euro. Infine le 2 lire del 1947 e le 5 lire del 1946, che valgono rispettivamente 1800 e 1200 euro.

In generale, comunque, questi valori sono stati assegnati da esperti del settore. Ma il mondo del collezionismo è caratterizzato da un mercato non fisso e che tende a variare da caso a caso. Potreste per esempio sperare che si scateni un’asta per un vostro esemplare messo in vendita, oppure di trovare un collezionista disposto a tutto pur di avere proprio quella vecchia lira che possedete voi. In questi casi, sappiate che potete sparare più in alto e guadagnare ancora più soldi. Controllate subito nel vostro portafogli o nei cassetti, potreste avete un piccolo tesoro nascosto e nemmeno lo sapete.