Valentino Rossi spaventa i tifosi, l’ultima rivelazione è davvero inquietante

Valentino Rossi non è mai banale nelle sue opinioni. Anche stavolta l’ex campione di MotoGP ha detto la sua apertamente

Nonostante si sia ritirato dalla MotoGP ormai da tre anni, Valentino Rossi riesce ancora oggi ad attirare interesse e grande attenzione. In ogni occasione in cui Valentino esprime apertamente un parere o un’opinione in merito alle gare o ad altre dinamiche della MotoGP, subito dopo si scatenano discussioni e dibattiti.

Valentino Rossi dichiarazioni pericolosità MotoGP
Valentino Rossi sempre “protagonista” in MotoGP (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Del resto il ricordo delle imprese del Dottore è ancora fresco nella memoria dei tanti suoi tifosi e poi, in fondo, la sua presenza nell’ambiente del motomondiale è ancora tangibile. Il suo VR46 Racing team va a gonfie vele, così come i piloti nati e cresciuti nella sua Academy, su tutti il campione in carica Pecco Bagnaia.

Dopo nove titoli mondiali conquistati nel corso della sua strepitosa carriera, Valentino Rossi è ancora oggi un’icona dello sport italiano e mondiale. Il suo marchio, VR46, nel mondo dei motori, è una firma inconfondibile. I suoi epici duelli con i tanti grandi piloti con cui ha avuto modo di competere sono ricordi impressi nella memoria di milioni di appassionati. Anche perché lui è uno di quelli che non ha mai tolto il pedale dall’acceleratore.

Valentino Rossi lancia l’allarme sulla MotoGP attuale

Ciononostante, l’evoluzione e i grandi cambiamenti spinti dalla tecnologia e una determinata piega che hanno preso le gare di MotoGP non sembrano piacere granché al campionissimo di Tavullia.

Tanto che in un’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeiner Zeitung, Valentino ha lanciato un vero e proprio allarme.Negli ultimi anni si è spinto molto – ha sottolineato Rossi nell’intervista ripresa dalla  Gazzetta dello Sport – la Ducati ha alzato il livello in modo significativo”.

Valentino Rossi dichiarazioni MotoGP attuale
Valentino Rossi critico su un aspetto della MotoGP (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Il Dottore è entrato nei dettagli della questione spiegando il motivo di determinati cambiamenti: “Vediamo prototipi con molta aerodinamica, sempre più potenti e dotati di numerosi ingegneri sullo sfondo e molti soldi“. Il problema è che andando avanti in questo moto la MotoGP, per Vale, rischia di trasformarsi in una sorta di terno a lotto con enormi rischi per l’incolumità dei piloti.

Le moto sono davvero molto veloci. Certo, stiamo parlando di uno sport sempre pericoloso, ma la MotoGP deve riflettere attentamente su dove intende arrivare. Non si può esagerare. Mi piace l’idea di una MotoGP come la Formula 1 delle motociclette ma credo che siano eccessive queste velocità di oltre 360 chilometri orari sul rettilineo“. E se lo dice il Dottore, è doveroso starlo ad ascoltare.

Impostazioni privacy