Vacanza quest’anno fa rima con mattanza: la top dei rincari che vi farà venir voglia di restare a casa

L’estate 2023 sarà probabilmente ricordata come quella dei rincari più feroci: ecco quelli che mettono a repentaglio le vacanze degli italiani.

Abbiamo vissuto un inverno da incubo sotto il profilo economico, con rincari ovunque. Aspettavamo trepidanti l’estate, non solo per le meritate vacanze, ma anche con la speranza di avere un po’ di respiro dal punto di vista finanziario. E, invece, l’estate 2023, probabilmente, sarà ricordata come quella dei rincari. Ecco cosa è aumentato a dismisura.

Vacanze 2023, top ten rincari
Piovono rincari sulle vacanze degli italiani: ecco la top ten – galleriaborghese.it

In inverno c’era l’incubo delle bollette. I costi energetici di luce e gas hanno toccato cifre davvero insostenibili per moltissime famiglie italiane. Per non parlare, poi, dei rincari su diesel e benzina, che stiamo vivendo anche oggi e che hanno colpito e stanno colpendo sia chi usa il mezzo per lavoro, sia i vacanzieri che hanno scelto di spostarsi con la macchina.

Un’inflazione galoppante che ha eroso il potere d’acquisto dell’italiano medio. L’arrivo dell’estate, come dicevamo, non solo non ha migliorato le cose, ma, anzi, le ha forse peggiorate, come denuncia l’Unione Nazionale Consumatori, che parla di una vera e propria stangata nei confronti degli italiani, stilando la top ten dei rincari.

Vacanze, i rincari più pesanti

Secondo l’associazione che difende gli utenti, infatti, è soprattutto il settore vacanze a registrare, in questo 2023, il maggior numero di rincari. In particolare, al primo posto, il settore ricettività: villaggi vacanze, alberghi, b&b, campeggi e ostelli sono aumentati a luglio del 16,4% rispetto al mese di giugno. Al secondo posto, poi, i voli nazionali, che salgono dell’8,9%. Una situazione che ha spinto anche il Governo a convocare un tavolo nazionale. Al terzo posto, poi, i Pacchetti vacanza nazionali che si alzano in un solo mese del 6,3%.

Vacanze 2023, top ten rincari
I rincari che pesano maggiormente sulla popolazione – galleriaborghese.it

Ma, ovviamente, anche in estate, non dobbiamo dimenticare il peso che ha il caro-vita generale sulla cittadinanza, con alcuni prodotti base della nostra alimentazione che salgono vertiginosamente. Lo zucchero al primo posto, che in un anno è salito addirittura del 47,3%. Al 2° posto l’olio di oliva con +30,1%, mentre le patate salgono del 27,3%. Rincari importanti anche per il riso (+27%).

Una situazione insostenibile, che sta spingendo molti italiani a rimanere a casa, premiando così, di fatto, solo il turismo di lusso. E, per l’Unione Nazionale Consumatori, anche la ricetta del Governo di calmierare i prezzi, con il cosiddetto “Trimestre Anti-Inflazione”, a partire dall’1 ottobre sarebbe, di fatto solamente “una presa in giro”.

Impostazioni privacy