Usi la carta alluminio? Attenzione: corri un serio rischio. Ecco il motivo

L’utilizzo dell’alluminio può comportare rischi molto severi, anche se tutti li ignorano e la impiegano ogni giorno in cucina. 

La carta di alluminio è un prodotto di uso comune per tutti. Uno strumento molto versatile che viene impiegato soprattutto in cucina per avvolgere cibo, per coprire dei barattoli e per qualunque tipo di oggetto dal momento che questa riesce molto bene a prendere la forma desiderata.

Usi la carta alluminio? Attenzione
Carta di alluminio, attenzione ai rischi (galleriaborghese.it)

Ci sono tante valide alternative in commercio ma la cosa fondamentale è comprendere perché sia meglio non utilizzare questo prodotto e per quali motivi bisognerebbe evitare sostanze che sono a rischio per la salute anche se comunemente commercializzate. 

Pericoli della carta di alluminio: rischi severi

Secondo alcuni specialisti però, nonostante il largo impiego, questa non andrebbe utilizzata. Nello specifico, la nutrizionista Ana Paula Fidelis ha spiegato che la carta in alluminio andrebbe sostituita dalla carta forno soprattutto quando si deve cuocere. Secondo l’esperta infatti i fogli di alluminio che tutti utilizzano hanno al loro interno materiali pericolosi e quindi possono determinare una serie di condizioni severe.

Si va dalla caduta dei capelli a problemi alla tiroide, da questioni come fibromi e ripercussioni all’utero all’endometriosi. Una situazione veramente preoccupante dunque che va gestita con attenzione. Questo perché all’interno vi sono anche dei metalli che vengono mal assorbiti dall’organismo.

carta alluminio corri un serio rischio. Ecco il motivo
Perché usare la carta di alluminio è pericoloso (galleriaborghese.it)

Anche il Ministero della Salute ha espresso lo stesso monito già in passato, sia per la cottura dei cibi che per la loro conservazione, spiegando che tale materiale è tossico e non va impiegato direttamente con i prodotti che poi vengono ingeriti. L’alluminio è un metallo di tipo leggero ed è contenuto un po’ ovunque, anche in prodotti come i deodoranti e i farmaci. Tuttavia interferisce con i normali processi biologici dell’organismo e quindi può avere ripercussioni molto serie, date in particolare dall’accumulo.

Va inoltre specificato che, essendo l’alluminio eliminato solo attraverso i reni, la tossicità è ancor peggiore per soggetti delicati quindi che hanno problemi di salute, bambini, anziani, donne in stato di gravidanza. Secondo l’Autorità europea per la sicurezza alimentare ci sono limiti massimi da rispettare, ogni persona non deve infatti essere esposta ad un peso proporzionato rispetto a quello personale, ad esempio un soggetto di 60 kg non deve ingerire oltre i 60 mg di alluminio. 

Il problema sorge perché l’alluminio è ovunque, quindi è importante leggere le etichette dei prodotti che si acquistano ma è anche molto importante evitare di utilizzarlo quando espressamente chiaro, come nel caso della carta di alluminio. 

Gestione cookie