Un addio dopo l’altro: hanno richiamato Lukaku

L’esonero di José Mourinho continua a far discutere. La Roma, nel frattempo, è alle prese con la questione Lukaku, apparentemente senza soluzione

Un addio traumatico, che ha lasciato di sasso un’intera tifoseria. La rottura definitiva tra la Roma e José Mourinho, sancita dal clamoroso esonero dell’allenatore avvenuto martedì scorso, ha avuto una vasta eco sui principali organi di informazione, sportivi e non.

Lukaku addio Roma ritorno Chelsea
Romelu Lukaku è tornato al gol contro il Verona (Ansa) – Galleriaborghese.it

La decisa e drastica presa di posizione del presidente del club giallorosso, Dan Friedkin, segna la fine di un percorso e l’inizio di una nuova programmazione. Così sembra almeno, alla luce dell’arrivo di Daniele De Rossi sulla panchina giallorossa. Ma quello di Mourinho non è l’unico addio di primo piano destinato a consumarsi in casa Roma: a breve anche Romelu Lukaku potrebbe salutare.

Com’è noto il centravanti belga è arrivato nella Capitale l’estate scorsa dal Chelsea, club proprietario del cartellino di Big Rom, con la formula del prestito secco. Un prestito costato ai Friedkin circa otto milioni di euro ma che non è stato accompagnato in sede di trattativa da alcun diritto né tantomeno da un obbligo di riscatto. Ciò significa che, a giugno, l’ex bomber dell’Inter potrebbe lasciare Roma per fare ritorno a Londra.

Lukaku, la Roma non può fare nulla

La cifra fissata l’estate scorsa per il suo acquisto a titolo definitivo, circa 37 milioni di euro, è ampiamente fuori dalla portata della società giallorossa. L’accordo capestro con l’UEFA sul percorso di rientro nei parametri del Fair Play Finanziario non consente alla Roma di compiere un investimento di questa portata. Lukaku, pertanto, tornerà al Chelsea in attesa di trovare una nuova sistemazione.

Lukaku addio Roma ritorno Chelsea
Dan Friedkin non potrà riscattare Lukaku (Ansa) – Galleriaborghese.it

Forse solo in caso di qualificazione alla prossima Champions League il presidente Friedkin potrebbe permettersi, con uno sforzo quasi sovrumano, di riscattare il belga a titolo definitivo. Ma ad oggi ci sono pochi dubbi sull’addio del bomber belga a fine stagione.

Dopo l’esonero di Mourinho un’altra batosta per i tifosi giallorossi che dopo un idillio durato qualche anno hanno iniziato a criticare la proprietà. Anche Dan Friedkin è finito dunque sotto accusa, nonostante i suoi tentativi di assecondare le richieste e i desideri della piazza. Per la Roma, l’addio di Lukaku rappresenta comunque un problema non di poco conto in vista della prossima stagione: il club dovrà per forza acquistare sul mercato un altro centravanti di primo piano. Impresa tutt’altro che facile con una situazione di bilancio tutt’altro che idilliaca.

Impostazioni privacy