Tumore del collo dell’utero, conoscerne i primi sintomi è essenziale: fai molta attenzione a questi segnali

Il tumore del collo dell’utero si distingue per alcuni sintomi iniziali che è importante riconoscere perché sono un campanello d’allarme.

Imparare a distinguere anomalie che sono del tutto prive di significato da quelle che possono invece accendere una luce su questioni di salute complesse è sicuramente fondamentale per tutti. Sintomatologie che si ripetono nel tempo, non tendono a scemare da sole e comunque diventano una presenza quotidiana nella vita della persona, sono sempre da riferire al medico curante.

tumore collo dell'utero attenzione a questi segnali
I segnali di un tumore all’utero (galleriaborghese.it) Foto Editorially Srl

Anche ciò che può apparire banale potrebbe in realtà nascondere una questione ben più complessa e delicata a cui fare attenzione. Individuare precocemente un tumore consente di accedere in tempo utile a trattamenti volti alla cura e la risoluzione totale della problematica.

Tumore del collo dell’utero: i primi sintomi, attenzione

Il tumore della cervice uterina si sviluppa a partire dalla sezione più bassa dell’utero, definita appunto “collo”. Questa zona è molto sensibile ad alcune tipologie di tumori che originano proprio dalle cellule che si trovano al confine. La sua diffusione rappresenta il tumore più apprezzabile nelle donne negli ultimi anni, secondo i rapporti ufficiali infatti a livello globale ha sicuramente un’incidenza molto elevata.

Tumore del collo dell'utero, conoscerne i primi sintomi
Tumore del collo dell’utero, i sintomi (galleriaborghese.it) Foto Editorially Srl

È al quarto posto dei tumori più comuni e rappresenta il 6.5% di quelli diagnostica nelle donne. È il cancro più diffuso in oltre venti Paesi del mondo, soprattutto a basso reddito. Nel mondo occidentale viene tenuto sotto controllo in termini di diffusione grazie all’uso dello screening preventivo ovvero Pap-test e Hpv-test che ad oggi sono sicuramente due delle tecniche più diffuse per il controllo preventivo della malattia. Rintracciando il papillomavirus HPC possono consentire una diagnosi e un trattamento precoce. Oggi la prevenzione in questi termini è tutto, sia per la diagnosi che per la cura successiva. Sono soggetti a rischio coloro che hanno iniziato molto presto l’attività sessuale, che hanno molteplici partner, un’insufficienza immunitaria.

La cosa fondamentale è sicuramente sottoporsi alle visite di controllo annuali, anche mediante gli screening gratuiti offerti dallo Sistema Sanitario Nazionale. Tutto ciò che deve destare immediatamente allarme è sicuramente in dolori localizzati cronici, perdite di sangue anomale, perdite vaginali improvvise, dolori durante i rapporti sessuali. Le cellule che possono determinare il cancro alla cervice non sempre sviluppano immediatamente la malattia, con i test quindi si individuano quelle che sono le lesioni precancerose e si può intervenire tempestivamente. Queste sono chiamate CIN o SIL in base alla loro posizione, oppure displasia e precedono di anni la forma tumorale. Non tutte danno poi origine al tumore stesso ma vengono trattate per impedire che ciò accada.

Impostazioni privacy