Tre nuovi bonus in busta paga: spettano a tutti, i requisiti

Ci sono tre nuovi bonus in busta paga che stanno per arrivare, e spettano a tutti! Ecco i requisiti minimi per poterli ottenere.

Importanti novità in arrivo per tutti i lavoratori con un regolare contratto da dipendente. Secondo quanto emerso, sono in arrivo tre importanti bonus in busta paga già nelle prossime settimane e spetteranno a tutti. Sono stati diramati alcuni requisiti minimi che vanno rispettati, di modo da poter effettuare la domanda ed ottenere così un importante aumento nello stipendio che si va a ricevere alla fine o all’inizio del mese successivo a quello della prestazione retribuita.

Busta paga, ecco 3 bonus che presto saranno attivi
Sono in arrivo tre importanti aumenti in busta paga – Galleriaborghese.it

Ancora una volta, il Governo ha voluto aiutare i cittadini dal punto di vista economico. Tenendo conto del periodo di difficoltà che stiamo vivendo e di tutte le gravità che sono emerse negli ultimi anni. Ecco tutto quello che c’è da sapere nel dettaglio tra tempi di pagamento, importi previsti, requisiti per poter accedere all’incentivo extra e via dicendo. Così non avrete più alcun dubbio e sarete pronti per attendere il sussidio direttamente in busta paga.

3 bonus in busta paga: quali sono e come ottenerli

Delle tante agevolazioni già disponibili per tutti i lavoratori con contratto da dipendente, ce ne sono 3 nuovi che si aggiungono nelle prossime settimane e di cui sarà possibile godere per tutti senza alcun limite di età. Ecco quali sono i requisiti per poterli ottenere e quali sono gli importi previsti.

3 bonus in busta paga, quali sono e come usufruirne
Come godere dei 3 nuovi bonus in busta paga – Galleriaborghese.it

Si parte dal bonus mamma, pensato per garantire uno sgravio fiscale dei contributi previdenziali per ottenere una busta paga più alta. Ne hanno diritto le lavoratrici che sono name di tre o più figli col più piccolo minorenne nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2024 e il 31 dicembre 2026. Se ne può usufruire anche con due figli a carico, ma il più piccolo deve avere meno di 10 anni.

Il secondo bonus è invece il taglio del cuneo fiscale. In questo caso, sarà possibile godere di uno sconto del 6% se la retribuzione imponibile è di importo inferiore a 2.692 euro al mese, mentre sale al 7% se la retribuzione è al di sotto di 1.923 euro al mese.

Infine parliamo del fringe benefit, il cui tetto è stato finalmente innalzato. Se in genere è pari a 285,23 euro, infatti, con l’ultima novità del 2024 la soglia è stata fissata a 1000 euro per la maggior parte dei dipendenti. Il beneficio sale a 2000 euro per chi ha uno o più figli a carico. Ricordiamo che con questo bonus non bisognerà pagare l’Irpef.

Impostazioni privacy