Tegola Leao, l’annuncio gela i tifosi rossoneri

Il futuro di Rafael Leao al Milan è un tema caldissimo, non solo tra i tifosi. L’annuncio improvviso fa tremare tutti

Se vogliamo prendere una partita simbolo dell’attuale stagione in casa Milan, la sconfitta con il Monza è perfetta. E se vogliamo prendere un giocatore simbolo dell’attuale momento rossonero, anche Rafael Leao è perfetto.

 Rafa Leao critica Massimo Mauro
Tira aria pesante al Milan per Rafa Leao (Ansa) – Galleriaborghese.it

La sconfitta maturata contro i brianzoli è emblematica dell’attuale momento in casa rossonera. Perché questa è stata una stagione di grandi occasioni perse e Stefano Pioli lo sa bene.

Tutto è cominciato con la nettissima sconfitta nel derby dell’andata che ha mostrato chiaramente la differenza attuale con l’Inter. Poi si è proseguito con l’amara eliminazione già dopo la prima fase dalla Champions League, competizione nella quale i rossoneri erano stati semifinalisti la passata stagione.

Gli ultimi giorni non sono stati diversi. Il match di andata degli spareggi per l’Europa League contro il Rennes, dominato al di là del 3-0 finale, aveva illuso i tifosi e il club di avere svoltato. La mazzata di Monza, anche per come è maturata nel finale dopo la rimonta, ha confermato che questo Milan non è ancora maturo e pronto per essere una grande squadra.

Tegola Leao, arriva la bocciatura finale: ecco perché a giugno andrà via

Le prestazioni di Leao, in Europa League come in campionato soltanto tre giorni dopo, sono l’emblema del momento rossonero in generale e del suo in particolare. Devastante contro i francesi in coppa, con una prestazione brillante e una rete spettacolare. Assolutamente anonimo in Serie A proprio quando la squadra aveva più bisogno di lui e delle sue invenzioni.

Non è la prima volta che succede, ma piuttosto la conferma delle sue grande doti e della sua continua incostanza. Fino ad oggi, da agosto, Leao ha giocato 30 partite tra campionato e coppe lasciando però poche volte il segno. Sette gol, otto assist in tutto e una serie di rimpianti che cominciano ad accumularsi.

Leao bocciatura Massimo Mauro Pressing
Numeri bassi e rendimento altalenante, Leao bocciato (Ansa) – Galleriaborghese.it

Ecco perché torna di moda l’argomento della sua cessione la prossima estate. Certo, il Milan si è cautelato imponendo sul contratto una clausola da 175 milioni di euro, per un rapporto che almeno sulla carta scadrà solo nel 2028. Ma la storia del calciomercato insegna che certi affari possono decollare comunque e a Parigi, sponda PSG, come in Premier League affilano le armi.

In più alla base di certe scelte peserà anche un discorso tecnico. Leao fino ad oggi è sempre stato coccolato da Pioli che a giugno lascerà il Milan per accasarsi altrove. E con un nuovo tecnico, la convivenza potrebbe essere peggiore.

Che Leao possa dare di più ne è convinto anche un attento osservatore come Massimo Mauro, opinionista a Sport Mediaset. La sua bocciatura è molto netta: “Le grandi squadre si costruiscono quando il giocatore più forte è più forte in tutto. Se invece il tuo leader è un rapper, ciondola, non dà la carica ai compagni fa tre dribbling… e poi? Con il Monza non c’è mai stato”.

La passione per la musica e la moda di Leao è nota, ma rischia di portarlo lontano dai veri obiettivi. E il Milan non può permetterselo.

Impostazioni privacy