Taschino anteriore dei jeans, ancora tantissime persone non sanno a cosa serve davvero: non ci crederete

Molti ancora non sanno a cosa serve il taschino anteriore dei jeans, e tu? Qui di seguito troverai la soluzione e non potrai crederci. Ecco per cosa veniva utilizzato.

I jeans sono un alleato della vita quotidiana, se oggi sono utilizzati da tutti prima erano utilizzati solo dagli uomini e sono stati inventati proprio per loro. Oggi sono un capo universale ma nel 1873 Jacob Davis ebbe l’idea di realizzare i primi jeans per semplificare la vita agli operai che rompevano frequentemente i pantaloni. Un’idea fu poi brevettata successivamente da Levi Strauss.

A cosa serviva il taschino anteriore dei jeans? Ecco la risposta
Taschino anteriore dei jeans: a cosa serve davvero?(galleriaborghese.it)

I jeans erano realizzati con un materiale più resistente e per questo adempivano alla loro funzionalità. Successivamente furono aggiunti dei bottoncini di metallo che mantenevano meglio le estremità. E avevano anche una piccola tasca nella parte anteriore. Ma per cosa è stata pensato questo taschino? Sicuramente non per tenere le monete, e allora ecco per cosa è stato pensato e come è stato utilizzato nel 1800.

Taschino dei jeans? Ecco cosa ci mettevano dentro

Per capire meglio lo scopo di questo taschino bisogna pensare come all’epoca e parliamo di ben 150 anni fa. Bisogna capire le abitudini e quindi escludere che sia stata pensata per contenere delle monete o un eventuale biglietto del treno. Veniva utilizzato per qualcosa che oggi non si utilizza più e per questo non è intuitiva la risposta.

Ecco a cosa serviva il taschino dei jeans
Taschino per orologio: la soluzione di Strauss (galleriaborghese.it)

Levis Strass spiegò a cosa servisse quella tasca che lui stesso aveva disegnato. Era un taschino molto piccolo posto sul davanti e serviva per riporre l’orologio da tasca. Questa piccola tasca veniva chiamata anche a soffietto proprio a richiamare gli orologi a soffietto che erano utilizzati all’epoca. Solitamente erano appesi ad una catenina e si agganciavano alla cintura.

Questa soluzione però era pensata proprio per gli operai e Strauss ebbe l’idea di un modo alternativo per tenerlo. Difficilmente però oggi si utilizza quel taschino per riporre l’orologio in quanto i tempi sono cambiati e l’orologio si tiene al polso oppure si vede l’orario direttamente dallo smartphone.

Tuttavia nonostante oggi questa tasca non sia utilizzata per lo scopo pensato e resti per la maggior parte delle volte inutilizzata è stato deciso di non rimuoverla. Chi la utilizza oggi la usa per le piccole monete oppure per mettere i biglietti dei mezzi di trasporti e tenerli a portata di mano. In ogni caso oggetti piccoli che possano entrarci.

Impostazioni privacy