Simona Ventura, avete mai visto la conduttrice prima della chirurgia? È quasi irriconoscibile

Simona Ventura: l’evoluzione di una regina televisiva. Dai primi anni ’80 alla sua trasformazione capillare. Ecco com’era.

Simona Ventura, una delle regine indiscusse della televisione italiana, ha attraversato decenni di carriera mantenendo intatta la sua aura di icona. Le sue prime apparizioni negli anni ’80 l’hanno consacrata come una presenza luminosa sul piccolo schermo, e oggi, superati i 50 anni, continua a incantare con una silhouette da sogno.

simona ventura prima della chirurgia
Simona Ventura, vi ricordate com’era da giovane? ANSA/CLAUDIO PERI – galleriaborghese.it

Sebbene abbia abbracciato la modernità dei social media, mostrandosi senza paura in versione autentica e naturale, è interessante ricordare i suoi esordi. Simona, nel corso della sua carriera, ha vissuto una metamorfosi capillare degna di nota, passando da un caschetto biondo degli anni ’90 a sperimentare tagli e colori audaci, tra cui il rame, il biondo e il castano scuro.

Simona Ventura e i cambiamenti nel tempo

Ma non sono solo i capelli a definire la sua storia. La Ventura ha affrontato apertamente il tema della chirurgia estetica, confessando di aver compiuto alcune scelte di cui oggi si pente. Il percorso di Simona non è stato solo televisivo ma ha coinvolto anche la sua immagine. Nel corso degli anni 2000, ha optato per un seno più pronunciato attraverso la mastoplastica additiva, solo per poi decidere di fare marcia indietro con una mastoplastica riduttiva. Questo gesto ha rivelato il suo desiderio di ritrovare armonia nel suo corpo e di accettarsi senza l’artificio di interventi invasivi.

Il cambiamento estetico di Simona Ventura
Ecco la Ventura qualche anno fa. (Ansa) – galleriaborghese.it

Oggi, Simona Ventura ha compreso che la perfezione non è necessariamente legata alla chirurgia plastica. Dopo un periodo di riflessione e forse di insicurezza, ha detto addio ai ritocchi invasivi, riconoscendo che alcuni interventi non erano realmente indispensabili. La Ventura, che ha imparato ad accettarsi, ha dichiarato che la chirurgia non fa più parte dei suoi progetti futuri:

Ho capito che della chirurgia plastica potevo farne a meno, non voglio fare più niente. I ritocchini sono un male necessario, però ho smesso, soprattutto in faccia, adesso basta! C’è stato un momento, quando sono andata da Maurizio Costanzo, quando mi sono guardata mi son messa a piangere. Allora lì ho detto stop”.

In definitiva, Simona ha deciso di abbracciare il processo naturale dell’invecchiamento, rinunciando a un’apparenza artificiale. Pur conservando l’eredità di qualche intervento passato, sembra desiderosa di lasciare che le rughe e i segni del tempo raccontano la sua autentica storia. Un gesto coraggioso che conferma la sua bellezza intramontabile, fatta di autenticità.

Impostazioni privacy