Siamo cresciuti con queste convinzioni, oggi scopriamo che sono false: alcune vi lasceranno l’amaro in bocca

Lo sapevi che siamo sempre stati circondati di alcune convinzioni in realtà false? Ecco cosa vi potrebbe lasciare l’amaro in bocca, scopriamolo.

È capitato a tutti noi, almeno una volta, di convincerci di un racconto o di una diceria a tal punto da cominciare a considerarla una verità assoluta e innegabile. Stiamo parlando, in poche parole, delle cosiddette convinzioni.

I falsi miti a cui crediamo tutti
Siamo sempre cresciuti con queste convinzioni errate – galleriaborghese.it

O, per meglio dire, di quelli che potremmo in un certo senso definire come dei falsi miti. Magari curiosità che ci sono state arricchite quando eravamo piccoli e con le quali, alla fine, siamo cresciuti. Ma quali sono le più grandi convinzioni di cui tutti noi ci siamo convinti senza neanche rendercene conto?

Convinzioni, ecco quelle false che non immaginiamo

La prima delle convinzioni erronee con cui tutti noi, inevitabilmente, siamo cresciuti riguarda proprio i famosi elmi con le corna dei vichinghi che da sempre vediamo nei cartoni o ancora nei film. La verità, in realtà, è che secondo quanto narrato e testimoniato dalla storia, nelle vicende di questi uomini non ci sia alcuna traccia di questo accessorio che per noi invece è diventato a dir poco rappresentativo e simbolico. Ma non finisce qui, perché c’è un altro falso mito che riguarda la famosa Grande Muraglia cinese.

I falsi miti a cui crediamo tutti
Il primo falso mito riguarda i vichinghi e il loro copricapo – galleriaborghese.it

Simbolo del Paese Asiatico, infatti, si narra da sempre per descriverne l’immensa portata che questa sia visibile fin dallo spazio. Ma è davvero così o si tratta solo di una convinzione su cui tutti noi ci siamo cullati fino a ritenerla come vera? Probabilmente la risposta non è quella che vorremmo, altrimenti uno dei tanti astronauti che ogni giorno sfida i propri limiti avrebbe raccontato di averla vista. Ma arriviamo a un altro fatto molto curioso e altrettanto errato, che da sempre è anche motivo di barzellette, battute e interesse.

Stiamo parlando dell’altezza di Napoleone Bonaparte. Secondo quanto narrato dalla storia, infatti, questa rappresenta un vero e proprio luogo comune che col tempo è diventato verità ai nostri occhi. Insomma, parliamo della convinzione secondo cui il grande conquistatore non sia che un piccolo ometto di statura. Ma è davvero così?

In realtà, secondo alcune attestazioni, pare che Bonaparte raggiungesse tranquillamente il metro e settanta. Per finire, eccoci arrivati a un altra verità che vi lascerà senza parole: avete presente i tanto divertenti per noi biscotti della fortuna? Ebbene, la verità è che non affondano le loro origini in Cina, ma siano stati importati dagli USA… in Giappone. Incredibile, vero?

Impostazioni privacy