Shampoo, le tipologie bocciate dalla tricologa: possono danneggiare i capelli

Vi sono alcuni tipi di shampoo che vanno assolutamente evitati poiché rischiano di danneggiare i capelli: ecco quali sono.

Per il benessere dei tuoi capelli è bene utilizzare degli articoli che riescano a donare loro lucentezza, morbidezza e pulizia. Per questi motivi sarebbe meglio usare prodotti che possano essere il punto di partenza di ogni donna: tra questi, chiaramente rientrano lo shampoo, la maschera, i vari trattamenti e il balsamo. Ma è meglio puntualizzare quali tipi di shampoo è meglio non utilizzare perché potrebbe danneggiare moltissimo la chioma.

Gli shampoo che danneggiano i capelli
Le tipologie di shampoo bocciate dalla tricologa – galleriaborghese.it

La prima volta che si creò il famoso “shampoo” era il 1762: in Inghilterra venne aperto il primo bagno pubblico per lavaggio di capelli. Lo shampoo, invece, come lo intendiamo noi (quindi senza saponetta) fu introdotto nel 1930 con Drane.

Questo prodotto viene considerato come detergente e perciò deve rispettare alcuni canoni come colore, odore e schiuma ma soprattutto la dermocompatibilità che ne garantisce la sicurezza e la stabilità. La cosa più importante che deve fare uno shampoo è garantire pulizia. Il che può essere distinto in due casi: la funzionalità primaria consiste nella capacità di rimuovere lo sporco rispettando la fisiologia della cute; mentre quella secondaria è la capacità del detergente di ripristinare il film idrolipidico, ossia fermare lo sporco.

In altre parole, lo shampoo deve quindi sia pulire che ricostruire il cuoio capelluto. In un prodotto detergente, quello che non deve mancare sono vitamine, estratti vegetali, idratanti, agenti antibatterici o agenti antiforfora. Vi sono, ad esempio, alcuni prodotti (In primis lo shampoo) che sarebbe meglio evitare per i nostri capelli. Scopriamo insieme quali sono.

Shampoo: quali sono le tipologie da bocciare

In un Reel Instagram, un’esperta di queste materia ha voluto dire la sua circa alcuni prodotto che non vanno assolutamente utilizzati poiché rovinerebbe il cuoio capelluto e danneggerebbero i capelli. Siete davvero curiosi di sapere quali sono?

Gli shampoo che danneggiano i capelli
Ecco i tipi di shampoo che non si dovrebbero neanche considerare sul mercato – galleriaborghese.it

Si tratta di tutti quei prodotti 2 in 1 o addirittura 3 in 1. Questi possono provocare diversi disagi, tra cui forte secchezza del cuoio, prurito, forfora, capelli sempre grassi. Ma anche ostruzione degli osti follicolari che può portare la caduta di capelli. Dovete assolutamente evitarli perché per il cuoio cappelluto esiste lo shampoo, per le lunghezze il balsamo o la maschera. Secondo gli esperti, questi prodotti andrebbero assolutamente ritirati dal mercato perché non creano nessun beneficio alla pulizia e alle caratteristiche descritte sopra.

Gestione cookie