Se non riesci a smettere di mangiare, ci sono almeno 10 cose che non funzionano nella tua vita

Perché non riusciamo a smettere di mangiare? Ecco le risposte alla domanda che si fanno ogni giorno milioni di persone in tutto il mondo.

Il nostro rapporto con il cibo non è mai semplice perché questo ha una fortissima valenza simbolica. Ciò significa che quando ci saziamo non stiamo soltanto “mangiando”, non stiamo soddisfacendo semplicemente il bisogno del nostro corpo di avere carburante a disposizione per produrre energia. Al contrario, il cibo serve sempre a colmare anche necessità di altro tipo, soprattutto emotive.

Non riuscire a smettere di mangiare
Mangiare in continuazione nasconde seri disagi psicologici – galleriaborghese.it

Questo accade sempre, a chiunque, anche a coloro che hanno con il cibo un rapporto normale o comunque mediamente sano. A tutti capita infatti di mangiare la famosa vaschetta di gelato davanti alla TV dopo la rottura con un partner oppure di esagerare con i dolci nel corso di un week-end. Fino a che si tratta di abbuffate episodiche è tutto ancora normale.

Quando rifugiarsi nel cibo diventa un’abitudine significa invece che ci sono dei profondi problemi psicologici che chiedono disperatamente di essere risolti e ai quali è necessario prestare la massima attenzione.

5 motivi per cui non riusciamo a smettere di mangiare

Abbiamo bisogno di affetto. Questo luogo comune non è una leggenda metropolitana. Il motivo per cui utilizziamo il cibo come rifugio è spesso perché non ci sentiamo abbastanza amati dalle persone che abbiamo intorno, che facciano parte della famiglia, degli amici o che si tratti del partner.

Abbiamo bisogno di calmare l’ansia. Quando siamo schiacciati da sentimenti d’inquietudine ci rifugiamo nel cibo perché abbiamo bisogno di conforto. Il cibo attiva la produzione di serotonina, un ormone che contrasta lo stress, fornendoci una momentanea sensazione di benessere. Una persona che mangia quando è in preda agli attacchi d’ansia sta solo manifestando la propria necessità di liberarsi da tale disturbo e tornare a vivere una vita serena.

Non riuscire a smettere di mangiare
Spesso il cibo è l’unico rifugio che abbiamo – galleriaborghese.it

Abbiamo bisogno di sfogare la rabbia e la frustrazione. Spesso molte persone mangiano dopo aver subito violenza fisica o psicologica ma anche attacchi personali e umiliazioni. Quando accade stiamo utilizzando il cibo come sfogo della rabbia, ancora una volta per rifugiarci nelle sensazioni piacevoli che il cibo riesce ad assicurare.

Abbiamo bisogno di ribellarci. Questo meccanismo scatta soprattutto negli adolescenti che rifiutano per qualche motivo il controllo dei genitori o degli adulti in generale. Chi si comporta in questo modo usa il cibo per affermare il controllo sulla propria vita. “Non puoi dirmi come vivere la mia vita” diventa “Non puoi dirmi cosa mangiare”.

Abbiamo paura del cambiamento. Le persone che per molto tempo hanno mangiato troppo spesso finiscono con l’accumulare parecchio peso, potendo diventare addirittura obese. Se siamo davvero molto sovrappeso ma non riusciamo a smettere di mangiare forse è perché abbiamo paura di cambiare e di uscire dalla nostra zona di comfort che ormai coincide con un corpo di determinate dimensioni. Cambiare il corpo significa anche cambiare vita e abitudini, e questo ci spaventa.

Impostazioni privacy