Se il lavoro ti ha causato problemi di salute puoi ricevere una rendita col decreto appena approvato

Il tipo di lavoro svolto potrebbe causare problemi di salute. Per chi si è trovato in una situazione del genere ha il diritto di ricevere una rendita con il decreto appena approvato: ecco cosa sapere.

Non è una novità che alcuni lavoratori sviluppino nel tempo delle problematiche di salute che possono essere causate o peggiorate dalla tipologia di attività che si va a fare. Pensiamo ai disturbi respiratori e cardiovascolari, i tumori, le malattie della pelle, i problemi mentali e i disturbi muscolo-scheletrici.

Problemi salute lavoro: ricevere rendita
La rendita nel caso di malattia causata dal lavoro – galleriaborhese.it

Questo è un serio problema che va avanti ormai da decenni e i governi hanno inserito dei sussidi per quei lavoratori a rischio malattie o che le hanno già contratte. In tal senso è notevole conoscere quali sono le malattie professionali che hanno diritto a una rendita. L’elenco è stato aggiornato lo scorso gennaio con un decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale da parte del Ministero del Lavoro.

Problemi di salute con il lavoro: i diritti con la malattia professionale

La prima cosa da sottolineare è che l’INAIL ha specificato che la causa di una malattia professionale deve essere efficiente e diretta, in pratica deve causare un’infermità esclusiva e prevalente. A rilevare quali sono le patologie che abbiano una origine dall’attività professionale è l’Osservatorio nato  in seguito all’entrata in vigore del decreto legislativo numero 38 del 2000.

Problemi salute lavoro: incentivi
I benefici nel caso di problemi di salute sul lavoro – galleriaborghese.it

In tal senso è bene specificare che le malattie professionali si suddividono in tre liste: le malattie con origine lavorativa di elevata probabilità: parliamo di tumori, leucemie, dermatiti allergiche, asma bronchiale. Poi ci sono anche le malattie con origine lavorativa di limitata probabilità. E infine troviamo nell’elenco le malattie la cui origine lavorativa è possibile.

La malattia professionale dà diritto a una serie di benefici, la più importante è senza dubbio la pensione anticipata con rendita INAIL. Ciò vuol dire che un lavoratore che contrae una patologia causata dall’attività che svolge può richiedere di andare prima in pensione. È però necessario dimostrare di aver contratto una delle malattie dell’elenco.

Il medico curante o il medico del lavoro dovrà provvedere a realizzare un certificato per la verifica della sussistenza dell’esposizione a un agente patogeno cancerogeno che ha causato la patologia. Il documento dovrà essere consegnato al datore di lavoro entro 15 giorni dalla malattia manifesta. In questo caso, il datore di lavoro dovrà inviare una denuncia all’INAIL.

Impostazioni privacy