Se congeli questi alimenti, ne moltiplichi il potere nutrizionale: il segreto svelato dal famoso medico

Quando si parla di alimenti congelati i dietologi storcono il naso, ma in alcuni casi fanno più bene di quelli freschi: tutto quello che c’è da sapere.

Quando si parla di alimenti conservati in freezer si fa spesso molta confusione tra alimenti surgelati e alimenti congelati ma non si dovrebbe assolutamente. Gli alimenti surgelati infatti prevedono una lavorazione e talvolta un processo di cottura prima di essere confezionati e messi in freezer, per questo motivo possono risultare meno sani e più poveri di nutrienti rispetto ai prodotti freschi.

valore nutrizionale alimenti congelati
Utilizzare alimenti congelati è un’ottima idea – galleriaborghese.it

Un tipico esempio di prodotti surgelati sono gli alimenti precotti, per esempio le patate lavorate e pre fritte oppure piatti e contorni da ripassare semplicemente in padella dopo aver aperto la confezione.

I prodotti congelati invece vengono semplicemente puliti, tagliati e conservati a bassissima temperatura prima di essere messi in vendita. Questo processo in genere dura pochissimo tempo, come nel caso del pesce fresco congelato direttamente sui pescherecci. Questo tipo di conservazione preserva la maggior parte delle proprietà nutrizionali degli alimenti e si può dire quindi che sia molto sano adeguato a una dieta equilibrata.

Gli alimenti che fanno più bene se congelati

Secondo il medico inglese Michael Moosley, di cui l’Express ha pubblicato alcune dichiarazioni che promuovono il sereno utilizzo di alimenti provenienti dai freezer, soprattutto se si tratta di verdure.

valore nutrizionale alimenti congelati
Si può anche acquistare verdura fresca e congelarla in casa – galleriaborghese.it

In particolare il dottor Moosley ha spiegato: “Gli studi hanno scoperto che i processi coinvolti nel congelamento commerciale aumentano il valore nutrizionale di alcune verdure. Gli spinaci congelati contengono quattro volte la quantità di nutrienti rispetto agli spinaci freschi, tra cui vitamina C, calcio e ferro”.

Il medico ha quindi incoraggiato le famiglie a ricorrere senza problemi all’utilizzo di prodotti congelati, poiché si tratta di semplici ingredienti puliti e confezionati che fanno risparmiare tempo e permettono anche una migliore gestione delle scorte. Se la verdura fresca deperisce facilmente e finisce a volte per marcire prima di poter essere utilizzata tutta, non corriamo questo rischio con la verdura congelata. Inoltre, acquistando la verdura congelata, non acquistiamo prodotto di scarto, come ad esempio gambi e torsoli, quindi acquistiamo più prodotto che rimane a disposizione più a lungo senza deperire.

Moosley consiglia anche di congelare i latticini, soprattutto il latte e lo yogurt, che contrariamente a quanto possiamo pensare non perdono i loro valori nutritivi se sottoposti a temperature molto basse. Anche il latte vegetale come il latte di cocco o di soia può essere serenamente congelato in barattoli dalla chiusura ermetica o addirittura nei cubetti del ghiaccio allo scopo di utilizzarlo in preparazioni particolari, come il curry.

Impostazioni privacy