Se assumi questi farmaci adesso non puoi più guidare: elenco aggiornato

Alcuni farmaci non possono mai essere assunti da chi dopo deve mettersi alla guida, ci sono interferenze notevoli di cui tenere conto.

È già risaputo che, per alcuni farmaci, sia impossibile successivamente mettersi alla guida. Nel bugiardino ci sono sempre indicazioni dettagliate, quindi se è una cosa che si può o non si può fare a causa dello stato di alterazione dell’organismo.

Se assumi questi farmaci adesso non puoi più guidare
Con questi farmaci non puoi guidare (galleriaborghese.it)

Con le nuove regole però la questione cambia, non solo c’è una lista aggiornata di prodotti da evitare o che comunque impediscono dopo la guida, ma anche pene più severe e provvedimenti stringenti, senza contare il nuovo approccio all’articolo principale che riguarda proprio l’uso di sostanze e la guida successiva da parte di persone in stato di alterazione. 

Farmaci vietati per chi si deve mettere alla guida: la lista è cambiata

La novità riguarda l’articolo 187 del Codice della Strada che introduce un punto di svolta notevole rispetto a ciò che abbiamo sempre saputo fino ad oggi. Tale questione riguarda nello specifico l’assunzione di sostanze alla guida. Secondo la normativa vigente in materia viene eliminato l’obbligo di dimostrare lo stato alterato del conducente. Quindi, anche solo aver utilizzato quelle sostanze, di fatto rendere accertata la violazione.

farmaci non puoi più guidare: elenco aggiornato
I farmaci pericolosi alla guida
(galleriaborghese.it)

La preoccupazione è che, quando si parli di sostanze psicoattive, possano rientrare anche alcune tipologie di farmaci ed effettivamente è così. Secondo lo studio condotto dalla Struttura complessa Unità clinica operativa di Medicina Legale dell’azienda universitaria Giuliano Isontina, quelli da evitare prima di mettersi alla guida, pena risultare positivi ai test, sono: medicinali a base di morfina, oppiacei, benzodiazepine, barbiturici, di origine vegetale, con cannabis.

Questi farmaci vengono prescritti e quindi sono utilizzabili da chi ne abbia necessità, ciò che non va fatto però è guidare subito dopo. Il punto è che potrebbero essere rilevati dei livelli alterati nei fluidi biologici, tanto per ore dopo l’assunzione come addirittura giorni.

Poiché i tempi di permanenza nell’organismo non sono tutti uguali, possono subentrare conseguenze diverse e non previste per l’organismo. Il disegno legge che va a integrare il Codice penale, riguarda pene più severe e quindi introduce una serie di novità di cui tutti i guidatori devono prendere consapevolezza.

La necessità di guardare sempre alla sicurezza dei cittadini e di coloro che si pongono al volante ma anche di chi invece sta circolando e può essere oggetto di incidenti indirettamente, è fondamentale e negli ultimi tempi si sta facendo un grande lavoro complessivo per modificare e porre restrizioni al fine di evitare ogni possibile casistica pericolosa.

Gestione cookie