Salute della tiroide, appena ti svegli ogni mattina fai questo semplice esercizio

Migliorare la salute della tiroide è facile, se sai come farlo. Ecco una semplice ma utilissima pratica da seguire appena ti svegli.    

Il buon giorno si vede dal mattino, recita un antico proverbio, e vale anche per la salute della tiroide, un piccolo muscolo che finisce per influenzare molto il nostro corpo. Per esempio, è responsabile del controllo del metabolismo e interferisce con la respirazione, la digestione e lo sviluppo del cervello. Avere una tiroide sana significa aver fatto il 50% della prevenzione di un’ampia serie di malattie. Il sito web Livestrong rivela cosa dovremmo fare ogni mattina per mantenere la tiroide perfettamente funzionale. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Tiroide
Tiroide, non sottovalutare questi segnali – Galleriaborghese.it

Premessa: l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale e ridurre lo stress è un requisito essenziale, ma è importante prestare attenzione anche ai prodotti per la cura personale e all’attività fisica. Quella contro la tiroide deve essere una strategia mirata e integrata, da praticare con rigore e costanza.

La ricetta mattutina per la salute della tiroide

I colleghi di Livestrong partono proprio dall’alimentazione. Latte e yogurt contengono una serie di minerali che apportano importanti benefici alla tiroide. In secondo luogo, come accennato, e ridurre lo stress è un requisito essenziale (ma questo vale per la nostra salute in generale). Inoltre, è importante utilizzare prodotti per la cura personale privi di sostanze chimiche, optando per soluzioni più naturali. Ci sono infatti diverse sostanze chimiche che possono influenzare gli ormoni naturali.

salute tiroide esercizio appena svegli
I problemi alla tiroide “possono influenzare tutti gli organi del corpo”, poiché dipendono dall’ormone tiroideo per funzionare (GalleriaBorghese.it)

Sono diversi i segnali che il nostro corpo lancia per annunciare la presenza di disfunzioni tiroidee, come l’ipotiroidismo e che, per evitare che la situazione peggiori, non dovrebbero assolutamente essere ignorati. L’ipotiroidismo è una malattia cronica: si stima che il 3% della popolazione soffra di questa condizione, ma “colpisce le donne molto più degli uomini, soprattutto dall’età di 30 anni”, secondo il blog del gruppo Lusíadas. Si verifica quando la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni per il normale funzionamento del corpo perché “gli ormoni tiroidei regolano l’energia del corpo” e può essere causata da una mancanza di iodio nella dieta. Tuttavia, la tiroidite autoimmune è la causa più frequente.

Il punto è che i problemi alla tiroide “possono influenzare tutti gli organi del corpo”, poiché dipendono dall’ormone tiroideo per funzionare. “In situazioni estreme, il cuore stesso inizia ad andare più lentamente”. Inoltre, i sintomi tendono a progredire lentamente e i pazienti potrebbero non rendersi nemmeno conto di avere un problema per diversi anni. Le avvisaglie alle quali prestare attenzione? Affaticamento, intolleranza al freddo, debolezza muscolare, costipazione, depressione, difficoltà di concentrazione, perdita di memoria, perdita di capelli e peli sul corpo, raucedine, dolore durante la deglutizione, mancanza di libido, irritazione oculare, difficoltà a respirare. Guai a sottovalutare questi sintomi.

Impostazioni privacy