Salta la panchina di una Big, ora è ufficiale: la verità sull’esonero

Parole nette quelle del presidente che fanno luce sulla scelta dell’allenatore di abbandonare la panchina: c’è un motivo dietro al clamoroso gesto

Nelle ultime settimane abbiamo assistito a due clamorose e improvvise decisioni: le dimissioni di Jurgen Klopp dal Liverpool e Xavi dal Barcellona. Non certo due panchine qualsiasi, anzi due tra le più prestigiose e ambite d’Europa e, non a caso, già stanno circolando diversi nomi di allenatori accostati ai Reds e ai Blaugrana.

Xavi motivo dimissioni allenatore Barcellona
Ecco la verità sull’addio dell’allenatore (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Poche ore fa sono arrivate le prime dichiarazioni ufficiali del presidente del Barcellona, Joan Laporta che ha chiarito il motivo per il quale il tecnico spagnolo ha deciso di abbandonare la compagine catalana, a distanza di pochi mesi tra l’altro dal rinnovo di contratto fino al 2025.

Una decisione a dir poco clamorosa, inaspettata, arrivata in seguito alla bruciante sconfitta subita nei minuti finali contro il Villareal. Una sconfitta che ha spedito il Barça, campione in carica in Liga, al quarto posto in classifica, tagliandolo definitivamente fuori dalla lotta per il titolo.

Laporta su addio Xavi, i motivi dell’addio

Dietro la clamorosa decisione di dire addio alla panchina del Barcollona, ci sono motivazioni importanti: Xavi ha rinunciato al suo contratto con il club in cui ha vinto tutto da calciatore essenzialmente per il bene della squadra, affinché possa avviare un nuovo ciclo nel migliore dei modi con un nuovo allenatore.

Il presidente Joan Laporta, in una intervista rilasciata all’emittente RAC1, spiega cosi l’addio improvviso del suo allenatore: “La sua decisione mi ha sorpreso, non era prevista”, ha detto. “Subito dopo gli ho detto che accettavo le dimissioni, lo ha fatto per il bene della squadra, per liberarla dalle pressioni”, ha precisato ulteriormente il presidente blaugrana.

Laporta svela motivi addio di Xavi
Laporta spiega i motivi dietro l’addio di Xavi (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Xavi e il Barcellona affronteranno, a febbraio, in Champions League il Napoli di Walter Mazzarri. Per Laporta, la squadra possiede tutte le carte in regola per eliminare i partenopei e sognare di trionfare nella competizione europea a distanza oramai di ben nove anni: “Xavi merita la fiducia e ora dobbiamo lottare in campionato e Champions League, abbiamo l’organico per battere il Napoli“.

Sul prossimo allenatore, il numero uno del Barcellona  ha dichiarato che non ha parlato con nessuno finora e che se ne sta occupando il direttore sportivo Deco. Insomma, la scelta di lasciare a giugno il Barcellona non cambia la stima di Laporta per Xavi che ora proverà a giocarsi il tutto per tutto in Champions, unico obiettivo che resta ai blaugrana in stagione.

Impostazioni privacy