Sacrificato per 40 milioni: saluta la Juve a giugno

La Juventus sta già pianificando al meglio il prossimo mercato estivo in cui sono previste importanti operazioni sia in entrata che in uscita

Alla fine la Juventus non è rimasta a guardare. In una sessione di gennaio in cui il direttore sportivo Cristiano Giuntoli non disponeva di un budget da investire in eventuali acquisti, la società bianconera è comunque riuscita a mettere a disposizione di Massimiliano Allegri due innesti di qualità.

Juventus cessione Chiesa 40 milioni
La Juventus prepara l’addio (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Il difensore portoghese Tiago Djalò e il centrocampista argentino Carlos Alcaraz sono due giocatori dagli enormi margini di miglioramento e in grado fin da subito di offrire un contributo importante alla causa. Conclusa nel migliore dei modi la sessione invernale i dirigenti bianconeri sono già al lavoro per pianificare le prossime strategie di mercato in vista dell’estate.

Un’estate che si preannuncia a dir poco bollente in casa Juventus. Anche in caso di qualificazione alla prossima Champions League, traguardo ormai sempre più vicino, Giuntoli e Manna potrebbero comunque concretizzare cessioni di un certo rilievo. Una di sicuro, forse anche due.

Il reparto più a rischio sotto questo aspetto è senza dubbio l’attacco: l’indiziato numero uno a lasciare Torino a giugno è sempre Dusan Vlahovic per il quale non mancano i possibili acquirenti.

Juventus, il sacrificio è necessario: addio  senza rinnovo

Il centravanti serbo si è finalmente sbloccato, interrompendo però la sua serie di gol contro l’Inter con una prestazione deludente. Tutti alla Continassa, dirigenti e staff tecnico, sono comunque soddisfatti della sua ritrovata vena sotto porta e proprio per questo ciò che oggi è scontato potrebbe non esserlo in estate.

Chiesa cessione Juventus 40 milioni
Federico Chiesa è tornato in campo contro l’Inter (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Non si può escludere infatti che la cessione eccellente della Juventus sia quella di Federico Chiesa. Il ventiseienne attaccante ha il contratto in scadenza nel 2025 e le trattative per il rinnovo non stanno andando nel migliore dei modi: la Juve offre 5 milioni a stagione, il giocatore ne vuole 8, una distanza non da poco tra le parti. Inoltre la crescita del diciottenne talento turco Yildiz rende la presenza in campo dell’ex viola non più indispensabile.

Per tutta questa serie di ragioni nel caso in cui, in estate, dovesse arrivare sulla scrivania di Giuntoli una proposta da almeno 40 milioni di euro, Chiesa verrebbe venduto senza troppi rimpianti e il denaro incassato sarà reinvestito in altri settori del campo. Lo scorso luglio, su Chiesa c’era stato un sondaggio importante da parte del Newcastle subito dopo l’acquisto di Tonali dal Milan.

Impostazioni privacy