Ricordate Alberto di Un medico in famiglia? Dopo tanti anni la sua vita è completamente cambiata

Per tanti anni ha prestato il volto a Alberto in Un medico in famiglia, ma oggi la sua vita è completamente cambiata: ecco che cosa fa.

Sono passati davvero tanti anni, da quando per la prima volta guardando Un Medico in famiglia, la fiction di grande successo su Rai Uno, il pubblico ha imparato a conoscere Alberto Foschi. Nella serie era il nipote di Nonno Libero, il figlio della figlia Nilde che di punto in bianco aveva deciso di andare a vivere a casa dello zio Lele.

Alberto in Un medico in famiglia: la sua vita è cambiata
Alberto, ve lo ricordate in Un medico in famiglia? Eccolo oggi. Foto Raiplay -galleriaborghese.it

“Avevo 14 anni. Era un momento di crescita, iniziavo a mettere il naso fuori da casa. Non mi sentivo più un bambino, ma di fatto non ero un adulto” ha ammesso l’attore a Fanpage e ancora: “Mi affascinava la possibilità di scoprire ciò che non si vede in tv, ciò che avviene dietro le telecamere”.

Ebbene, da quel giorno sono trascorsi 23 anni e la vita di Manuel Labate, l’attore che gli ha prestato il volto, è molto cambiata.

Manuel Labate ricorda Un medico in famiglia: “Quando arriva la fama è difficile restare umili”

Dal punto di vista professionale dopo avere lasciato la tv ha iniziato a dedicarsi all’arte facendo diversi mestieri: street artist, artigiano e tatuatore. La recitazione ha un ruolo più ridotto. Ma entriamo nel dettaglio.

Manuel Labate ricordate quando interpretava Alberto in un medico in famiglia
Manuel Labate oggi – Foto Raiplay -galleriaborghese.it

Oggi che ha trentanove anni, Manuele Labate ha due figlie Aurora, che ha 11 anni e Maria Sole, che ne ha 4. Dagli anni in cui è diventato il beniamino di tante persone grazie a Un medico in famiglia è passato molto tempo e le sue prospettive di vita e di lavoro sono cambiate in modo esponenziale.

“Quando arriva la fama è difficile restare umili, tranquilli, inquadrati nella realtà. Pensa a cosa potesse significare per me, a 16 anni, fare una passeggiata in centro a Roma” ha confessato sempre per Fanpage e ancora: “Ho letto qualsiasi cartolina o lettera ricevuta. Mi accorgevo che il fatto che io rispondessi, dando ascolto ai desideri dei fan, era appagante per loro. Pochissimo poteva rappresentare tanto per qualcun altro”.

Insomma un successo davvero enorme che essendo molto giovane avrebbe potuto anche fargli montare la testa e per questo motivo non ha mai smesso di ringraziare i suoi genitori che gli sono stati vicini e gli hanno fatto capire quanto fosse importante riuscire sempre a mantenere i piedi per terra.

Ad ogni modo, l’addio alla fiction è arrivato quando il giovane è diventato padre per la prima volta, non ha voluto in nessun modo togliere spazio e tempo alla sua famiglia e quando gli si chiedere che ruolo ha la recitazione per lui oggi, conferma: “Un ruolo ridotto fa parte di me perché in un modo o nell’altro, trovi il tempo di realizzare il tuo talento recitativo. Dove possibile, non disdegno il teatro”.

Impostazioni privacy