Re Carlo, nonostante la malattia arriva una decisione improvvisa che stupisce tutti

Dopo la malattia Re Carlo ha dovuto rivedere tutta la propria agenda, ma una decisione improvvisa lascia tutti di stucco.

Da quando è stato dato l’annuncio della sua malattia, lo scorso 5 Febbraio, l’attenzione mediatica su Carlo d’Inghilterra è aumentata oltre i limiti del consueto. In realtà, com’era prevedibile, il monarca si mostra molto meno in pubblico e ha diradato i suoi impegni rinunciando a quelli più faticosi.

re carlo malattia decisione improvvisa
Re Carlo e Camilla – Fonte IG @theroyalfamily – galleriaborghese.it

Nonostante questo, ligio al dovere che si è assunto nei confronti della nazione, Carlo continua a lavorare da palazzo, svolgendo lavori d’ufficio incontrando personalità politiche, esaminando documenti e facendo riunioni via internet come tutti coloro che sono costretti dalle vicende della vita a lavorare in smart working.

Dato questa importante riduzione del carico lavorativo molti hanno pensato (e a ragione) che il Re disponesse di pochissime risorse mentali e fisiche da dedicare alle faccende importanti e che avesse deciso di tralasciare completamente quelle di poco conto. Le cose sono andate effettivamente così, tuttavia c’è chi si stupisce che il Re abbia trovato il tempo e il modo di pensare a quello che, almeno all’apparenza, sembra un dettaglio assolutamente insignificante.

Re Carlo e il problema dello scudiero: la decisione inaspettata

Qualche tempo fa, quando l’atmosfera intorno alla Famiglia Reale era ancora abbastanza leggera, fece scalpore la notizia che lo scudiero di Re Carlo avesse improvvisamente conquistato un’enorme popolarità sui social.

re carlo malattia decisione improvvisa
Il tenente colonnello Jonathan Thompson – Fonte IG @lepiuaffascinantidimilano – galleriaborghese.it

Si tratta del tenente colonnello del Reggimento Reale scozzese Jonathan Thompson, il quale ha il delicatissimo compito di affiancare il Re in molte delle sue uscite ufficiali. Fu proprio il tenente colonnello Thompson a far sparire l’ingombrante porta inchiostro che aveva irritato il Re al momento della firma del suo giuramento davanti al Parlamento.

A parte quell’episodio, il tenente colonnello sfila sempre in uniforme – cioè in kilt – accanto al Re ed è un uomo di grande fascino. Proprio per questo motivo il video di lui che entrava a Palazzo dopo la morte di Elisabetta II collezionò ben 9 milioni di visualizzazioni, rendendo il “fenomeno Thompson” imbarazzante per la Corona, oltre che gigantesco.

Lo scudiero del Re veniva infatti accompagnato da urletti e continui richiami ogni volta che si imbatteva nella folla, soprattutto durante le uscite ufficiali del Re. Proprio per evitare scene imbarazzanti in cui lo scudiero attira l’attenzione più del Sovrano, il tenente colonnello è stato trasferito ad altro incarico, meno in vista.

Un lettore ha scritto a Nuovo TV affermando “se il sovrano ha tempo di occuparsi di queste facezie non sta poi così male”. Michele Cucuzza, giornalista di spessore ed esperto di queste dinamiche, ha invece fato notare che con ogni probabilità la decisione di allontanare lo scudiero è partita dallo staff di Carlo e non direttamente dal Re. Il motivo dietro questa celta è semplice: si voleva evitare al Re di vivere di nuovo l’esperienza dei bagni di folla con Lady Diana, durante i quali lui veniva ignorato mentre la Principessa convogliava su di sé tutte le attenzioni.

Impostazioni privacy