Questo è uno degli alimenti più pericolosi per i bambini: rischiano il soffocamento (e non lo sai)

Il periodo dello svezzamento è molto delicato ed è necessario imparare a riconoscere gli alimenti che potrebbero risultare pericolosi per i propri figli.

Alcuni alimenti, infatti, risultano inadatti ai bambini molto piccoli, sia perché potrebbero faticare a digerirli sia perché potrebbero non riuscire a masticarli e a deglutirli.

L'alimento più pericoloso per i bambini
Un alimento insospettabile potrebbe rivelarsi molto pericoloso per i più piccoli – galleriaborghese.it

Diventa, quindi, fondamentale imparare quali cibi posseggono tutte le caratteristiche che li rendono adatti ad essere masticati e inghiottiti senza problemi anche dai bambini più piccoli. Per esempio, le puree di verdure come carote e zucchine offrono vitamine e fibre essenziali e possono essere inghiottite facilmente.  Allo stesso modo le mele cotte e le banane schiacciate sono ottime per introdurre la frutta.

Le fonti proteiche come pollo e legumi forniscono nutrienti vitali, ma anche in questo caso sarà necessario ridurre la carne in pezzi molto piccoli e i legumi in purea. Nello svezzamento, i cereali integrali come riso integrale e farro sono ottimi per abituare i bambini a una consistenza più solida e assicurare allo stesso tempo una vasta gamma di nutrienti.

Un alimento molto pericoloso per lo svezzamento

In linea generale ai bambini da svezzare si forniscono cibi morbidi, facili da masticare o da deglutire, ma alcuni di questi cibi apparentemente innocui possono risultare estremamente pericolosi, anche se non ce ne rendiamo conto.

Cibi pericolosi durante lo svezzamento del bambino
Il cibo più pericoloso per lo svezzamento dei bambini – galleriaborghese.it

Il pane in cassetta, per esempio, è un alimento che può portare al soffocamento dei propri figli se sono molto piccoli. In genere viene offerto ai bambini da svezzare sotto forma di pezzettini di mollica che vengono messi direttamente nella bocca del bambino.

Il problema è che la mollica cruda è molto ricca di glutine e ha una consistenza piuttosto morbida: a contatto con la saliva diventa appiccicosa e difficile da inghiottire. Potrebbe quindi formarsi un piccolo bolo alimentare che potrebbe finire nella trachea e ostruire il normale passaggio dell’aria.

Per evitare il problema non è necessario smettere di dare il pane in cassetta ai bambini molto piccoli. L’ideale è tostare leggermente il pane in maniera che perda la sua consistenza particolarmente morbida e, a contatto con la saliva, impieghi molto più tempo a raggiungere la consistenza gommosa pericolosa per la respirazione del bambino.

Un’altra alternativa può essere quella di offrire piccoli pezzi di mollica di pane cotto a legna leggermente raffermo. Anche in questo caso la consistenza sarà appena più dura e, di conseguenza, sarà molto più difficile che il pane si trasformi in un boccone pericoloso.

Impostazioni privacy