Quanto guadagna veramente uno chef, con o senza apparizioni in tv: le cifre reali

Vi siete mai chiesti quanto guadagna davvero uno chef a prescindere dalla tv? È arrivato il momento di scoprirlo insieme!

Da quando la cucina è diventata un’esperienza prettamente mediatica, nomi come Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo – giusto per citarne alcuni – sono diventati così familiari, che anche chi non segue programmi tv come MasterChef Italia, sa più che bene di chi stiamo parlando e questo perché negli ultimi dieci anni principalmente il mondo della cucina ha subito un processo pop che l’ha resa al contempo cool e praticamente accessibile a chiunque.

Quanto guadagna uno chef
Quanto guadagna davvero uno chef? Galleriaborghese.it

Sempre negli ultimi anni, infatti, sono cresciute le domande di iscrizione agli istituti alberghieri proprio perché la cucina fatta di leccarde, leccapentole e teglie è diventata quell’ascensore sociale che in Italia manca da tempo e in tal ottica la televisione, o comunque più in generale i media, ha fatto un lavoro impeccabile per rendere anche le carote accattivanti e attraenti. Tuttavia, non è tutto oro quello che luccica.

Le cucine dei ristoranti, e per stessa ammissione degli chef che ora sono diventati anche fenomeno di costume a tutti gli effetti, non sono per nulla semplici da gestire a causa di un ambiente nella maggior parte dei casi altamente vessatorio ed emotivamente complesso. Cosa dire però dei compensi? A prescindere, infatti, dalle ospitate in tv, quanto guadagna davvero uno chef?

Facciamo un po’ di conti: quanto guadagna veramente uno chef

Partiamo intanto da una piccola premessa: è possibile fare solo delle stime sui guadagni degli chef perché molto dipende dal grado di esperienza, dalle mansioni che si svolgono e anche dal locale. Detto questo, stando al Contratto collettivo nazionale di lavoro del settore della ristorazione, la retribuzione minima per uno chef full-time oscilla tra 1.600 ai 1.700 euro lordi e considera 14 mensilità.

Quanto guadagna uno chef
La retribuzione minima per uno chef full-time oscilla tra 1.600 ai 1.700 euro lordi – Galleriaborghese.it

Ovviamente, un compenso del genere è destinato solo a salire di fronte all’esperienza del lavoratore, la richiesta e le esigenze del datore di lavoro, le ore lavorate effettivamente e anche la domanda di mercato. Questo ultimo punto poi è estremamente emblematico, data la carenza di personale, si cerca di rendere un annuncio più allettante con una retribuzione maggiore.

Ma non finisce qui, Jobbydoo, un portale italiano specializzato nel settore della ricerca di lavoro, ha analizzato lo scorso anno alcuni annunci di lavoro ed è emerso come comunque i compensi siano all’interno di una zona grigia davvero difficile da definire. Giusto per rendere l’idea, per figure con poca esperienza come apprendisti o cuochi di sesto livello, lo stipendio minimo netto parte da 900 euro. Tutt’altro discorso invece riguarda proprio profili specializzati, come cuoco capo partita, cuoco su navi da crociera o chef stellati, per i quali lo stipendio può partire da 3.200 euro fino ad un massimo di 6.800.

Impostazioni privacy