Quali sono i pro e i contro del digiuno intermittente e come funziona nel dettaglio

Hai mai provato il digiuno intermittente? Ecco i pro e i contro di questa pratica e come funziona nel dettaglio.

Tra i regimi alimentari che si sono susseguiti negli anni, da un po’ di tempo è subentrata anche la pratica del digiuno intermittente. Se ne parla da anni ma ultimamente è diventato un vero e proprio stile di vita. Sembra sia molto utile per rimanere in salute, perdendo anche del peso se ne abbiamo bisogno. In realtà, si tratta di una pratica antica che veniva usata per purificare il corpo e lo spirito. Tutte le religioni prevedono un periodo o dei giorni di digiuno proprio per questo motivo.

Quali sono i pro e i contro del digiuno intermittente
Quali sono i pro e i contro del digiuno intermittente – galleriaborghese.it

Nella pratica moderna, si pensa che possa aiutare ad eliminare tossine e anche a dimagrire. La questione è controversa, sono stai fatti molti studi scientifici su comunità che praticano il digiuno ma ancora la risposta medica non è così chiara. Certo è che, praticandolo così come è impostato oggi, il digiuno intermittente non può farci male. Chiaramente solo se siamo individui adulti e sani senza patologie croniche.

Scopriamo insieme i pro e i contro del digiuno intermittente e in che modo attuarlo

Questo regime è una pratica alimentare che ci consente di mangiare durante le 8 ore giornaliere e digiunare per 16 ore. Nelle ore in cui si può mangiare, il cibo assunto deve essere il solito, quello che consumiamo normalmente. Lo scopo è fare in modo che il corpo si concentri sul mantenimento e il recupero: non avendo niente nello stomaco da digerire, avvengono nel corpo dei cambiamenti metabolici. Quindi nelle 8 ore in cui possiamo mangiare bisogna assumere tutte le calorie che ci servono quotidianamente.

Il digiuno intermittente può essere adottato non da tutti
Il digiuno intermittente funziona, permette di dimagrire facilmente – galleriaborgese.it

Questa pratica, rispetto ad altri regimi dietetici, ha il vantaggio di non avere divieti o grammature rispetto ai cibi, dunque risulta facile da seguire senza stravolgere la nostra quotidianità. All’inizio potrebbe essere difficile non mangiare niente per 16 ore, ma il corpo si abitua presto. L’apporto calorico complessivamente viene ridotto e si riesce così a perdere peso facilmente, inoltre alcuni esperti dicono che aumenta la combustione dei grassi migliorando il metabolismo.

Sicuramente i primi tempi avremo spesso fame e faremo anche fatica a concentrarci perché l’organismo deve adattarsi, ma una volta superata questa fase dovremmo sentirci meglio. Bisogna sottolineare che la pratica del digiuno non è assolutamente indicata per chi ha patologie croniche, donne che vogliono concepire e persone fragili. Per tutti è sempre meglio consultare il proprio medico per farsi consigliare prima di intraprendere il percorso.

Impostazioni privacy