Puoi vivere molto meglio con il tuo stipendio: in queste città italiane il costo della vita è la metà

Addio spese troppo alte. Quando valutare un trasferimento per vivere in pace con il proprio stipendio: le città con il costo della vita più basso. 

Che voi lavoriate in smartworking, da remoto o in sede, dovete sapere che in Italia non si vive in ogni zona allo stesso modo e che in questo periodo di forte crisi economica sarebbe importante valutare le proprie condizioni economiche prima di fare passi avventati su un eventuale cambio di lavoro. Ci dicono sempre che vivere con un piccolo stipendio medio è diventato impossibile in Italia, e non è sbagliato perché purtroppo il costo della vita si è alzato a dismisura, e tutto costa 3 volte di più rispetto a qualche anno fa.

le città d’Italia più economiche
Le città più economiche: fai la bella vita anche con uno stipendio basso – galleriaborghese.it

È anche vero però che non tutte le zone sono uguali. L’Italia è divisa, in Regioni, in Nord e Sud e in città e borghi. Questo significa che si può ‘scegliere’ uno stile di vita in base anche al proprio portafogli. Come è già conclamato, per esempio, Milano ti dà lavoro, ma a che prezzo? Vivere in una stanza pagata quanto l’affitto di un bilocale in altre zone, insieme ad altre persone, non vale sicuramente la pena.

C’è chi per inseguire il proprio lavoro è disposto anche a questo, ma non siamo tutti uguali ed è sbagliato pensare che in Italia si può fare ‘carriera’ solo in una determinata città. Con l’avvento dello smartworking, poi, diversi lavori si sono evoluti: sono tante le aziende che danno spazio al lavoro da casa, con organizzazioni interne strutturate proprio in modo tale da lavorare a progetto.

Dove trasferirsi per vivere meglio con uno stipendio basso: le città più economiche

Lo smartworking permette di seguire la propria carriera, avere uno stipendio medio e decidere al tempo stesso di vivere dove si vuole. In un certo senso è stato un ottimo rimedio alla riqualifica del sud: dopo le ondate di migrazioni al nord, negli ultimi anni, dopo il Covid, si assiste a un primo movimento inverso. Sempre più giovani sono stufi di pagare 700 euro di affitto per una stanza in città, e scelgono un lavoro che gli possa permettere uno standard di vita più alto con costi più bassi.

le città italiane più economiche dove trasferirsi
Vivere meglio con uno stipendio basso – galleriaborghese.it 20240628

Nuove statistiche pubblicate in quest’anno dimostrano ad esempio che in tante zone d’Italia la vita costa molto meno rispetto alle città: se si pensa che il proprio stipendio sia troppo basso e che non ci si possa permettere una casa, allora trasferirsi in una di queste zone potrebbe rivoluzionare la propria vita.

Se il proprio sogno è vivere in città bisogna sapere che Palermo, Torino, Napoli e L’Aquila sono le città più economiche in Italia dove si può vivere anche con uno stipendio di 1400 euro. Nel caso in cui si volesse vivere in provincia, si possono invece valutare tantissime altre soluzioni: i piccoli borghi, in genere hanno un costo della vita molto più basso delle città, anche con stipendi di 1200/1300 euro al mese si riesce ad avere una vita dignitosa.

Gestione cookie