Puoi non pagare le tasse in modo legale: ecco tutto quello che devi sapere

Le normative vigenti consentono di non pagare le tasse, anche se ovviamente non è qualcosa che si può fare “alla leggera”.

Sappiamo che chi non paga gli oneri dovuti va incontro a diversi problemi e non è mai semplice evitare di soddisfare il Fisco. Esistono però dei casi in cui le tasse o i debiti cadono in prescrizione o addirittura decadano.

come non pagare le tasse
Alcune tasse e debiti possono essere non pagati – Galleriaborghese.it

Se conosciamo bene la Legge possiamo dunque tirare un sospiro di sollievo se nel corso degli anni, anche se non volontariamente, non abbiamo pagato tutto ciò che dovevamo. Possiamo dunque imparare a riconoscere quali sono le tasse o i tipi di pagamento dovuti che possono cadere in prescrizione, e soprattutto dopo quanto tempo.

Chi è che può non pagare le tasse e dopo quanto tempo, ecco tutti i casi contemplati dalla Legge

Per capire come funziona il mancato pagamento delle tasse dobbiamo guardare a cosa dice il Codice Civile. Secondo le normative vigenti, i debiti vanno generalmente in prescrizione dopo 10 anni, ma ci sono dei casi in cui questa tempistica si accorcia a 5 anni, e anche in 2.

tasse che cadono in prescrizione
Le tasse e i debiti cadono in prescrizione dopo diversi anni – Galleriaborghese.it

Quando il creditore non chiede più il pagamento del debito, entro un certo lasso di tempo perde ogni diritto a riscuoterlo, e ciò vale per l’Agenzia delle Entrate ma anche per qualsiasi altro agente di riscossione.

Dobbiamo però ricordare che i termini di prescrizione non devono essere interrotti da comunicazioni con cui si chiede appunto la somma dovuta.

  • Un classico esempio è proprio la cartella esattoriale: al momento in cui arriva, i 10 anni, o 5, o 2 ripartono da quella data. Ecco perché è difficile che un debito vada realmente in prescrizione.

Esistono delle tipologie di tasse che vanno in prescrizione in soli 5 anni, e alcuni debiti persino in 2. Se trascorsi questi anni le somme non sono state pagate, nessuno potrà esigerle. Il countdown, se così possiamo definirlo, inizia dal 1 gennaio dell’anno successivo a quello in cui doveva essere versata la tassa.

Le tasse e imposte che si prescrivono in 5 anni sono le seguenti:

  • Tari;
  • Imu;
  • Imposta Comunale sulla pubblicità (Icp);
  • Tosap;
  • Dpa;
  • Ipt;
  • tassa di soggiorno;
  • sanzioni amministrative;
  • sanzioni penali;
  • sanzioni tributarie;
  • multe stradali;
  • contributi all’INPS e INAIL;
  • debiti con le assicurazioni per annualità delle rendite perpetue o vitalizie;
  • bollette del telefono;
  • abbonamenti alle pay-tv;
  • interessi dei mutui;
  • canoni di affitto non pagati;
  • oneri condominiali (sia da parte dei proprietari che degli inquilini).

Infine, i debiti che si prescrivono in soli 2 anni sono le bollette della Luce e del Gas.

Impostazioni privacy