Punture di zanzara, sono queste le migliori barriere da mettere in casa

L’inizio dell’estate coincide sempre con la necessità di doversi proteggere dalle zanzare: ecco le migliori barriere da piazzare dentro casa

L’estate presenta aspetti positivi e negativi, come ogni stagione d’altronde. C’è chi riesce a soffrire di meno il caldo e, di conseguenza, godersi maggiormente questo periodo. Altri, invece, preferiscono di gran lunga il freddo, specialmente se oltre al caldo si aggiunge pure l’umidità. Ad ogni modo, per chiunque diventa più complicato lavorare o svolgere determinate attività dal momento in cui le temperature si alzano vertiginosamente.

Le migliori barriera in casa per difendersi dalle zanzare
Le punture di zanzare possono essere pericolose: ecco come proteggersi – Galleriaborghese.it

Ragion per cui si cerca di prendersi una pausa più o meno lunga il prima possibile, programmando vacanze e viaggi di vario tipo. Allo stesso tempo, però, fino all’autunno bisogna combattere quasi giornalmente con le punture di zanzara. Questi insetti durante l’estate tornano prepotentemente a farsi sentire e alcune specie sono molto pericolose, perché sono in grado di trasmettere numerose malattie attraverso il proprio pungiglione.

Perciò è bene difendersi: in tal senso, come riferisce ‘Altroconsumo.it’, il metodo migliore è applicare zanzariere a finestre e portefinestre. Questi sono i dispositivi più efficaci, poiché danno vita ad una vera e propria barriera fisica, che ostacola l’ingresso in casa degli insetti. Generalmente sono materiali trasparenti e consentono comunque una discreta visibilità, anche se riducono leggermente la luminosità e la circolazione dell’aria.

Esistono sia dei modelli apribili che fissi e le necessità possono cambiare da appartamento ad appartamento. Per i piccoli budget le soluzioni ideali sono le zanzariere con velcro o adesivo, le quali vengono considerate anche come un elemento d’arredo e danno un tocco un po’ romantico all’ambiente.

Poi abbiamo quelle a scorrimento, la zanzariera magnetica a pannelli (meno versatile ed adattabile), a rullo, a soffietto o estensibile e a battente. Capitolo fai da te: ci sono dei rischi/si ha meno protezione? Di certo servono un po’ di manualità e, soprattutto precisione. I modelli fissi sono i più semplici ed immediati da montare. Sappiate che una buona installazione è fondamentale affinché il prodotto funzioni al meglio. Inoltre, è importante pure lavare e tenere pulite le zanzariere.

I pro e contro delle zanzariere

Per rimuovere gran parte della polvere, delle ragnatele e del polline dalle zanzariere, senza smontarle, potete seguire questi consigli: innanzitutto, utilizzare un asciugacapelli con aria fredda e al massimo della potenza. Oppure aspirapolvere a minima potenza, servendosi di una bocchetta con distanziatore.

Pro e contro zanzariera
Ecco quali sono i pro e i contro dell’acquisto di una zanzariera – Galleriaborghese.it

Altrimenti pure acqua e un detergente neutro (sgrassatore o poche gocce di sapone per i piatti), passando un panno morbido delicatamente sulla zanzariera dall’alto verso il basso. Dopodiché lasciate asciugare bene e successivamente passate con un panno di microfibra inumidito gli altri elementi fissi.

Ebbene, quali sono i pro e i contro dell’acquisto di una zanzariera? Tale dispositivo è efficace, semplice da usare, permette di evitare prodotti nocivi come insetticidi e/o repellenti, è ideale per la protezione dei bambini e dura non poco. Ma l’installazione e la spesa iniziale non sempre sono convenienti. In più, come già scritto sopra, le zanzariere comportano una riduzione di luminosità e circolazione dell’aria. Insomma, valutate bene prima di prenderne una.

Impostazioni privacy