Principato di Monaco sconvolto: l’incidente e la morte, tutti distrutti

Il Principato di Monaco è ancora sconvolto per una morte che oggi torna sulla bocca di tutti: nuovo dolore per Carolina.

Sembra che non ci sia pace per il Principato di Monaco, destinato ad essere periodicamente sconvolto dalle tragiche notizie sulla morte di qualcuno dei suoi esponenti reali. Una delle morti più tragiche in assoluto, che fu in grado di segnare per sempre l’opinione pubblica, fu quella di Stefano Casiraghi, giovanissimo marito di Carolina di Monaco dalla quale ebbe tre figli. Casiraghi non era nobile di nascita. Era invece uno sportivo e più nello specifico un pilota nautico di grandissima abilità, che arrivò a ottenere il titolo mondiale per l’offshore a neanche 30 anni.

incidente morte principato monaco
Carolina di Monaco nel 2010 – Fonte Ansa – galleriaborghese.it

L’anno successivo alla conquista del titolo, Casiraghi stava gareggiando per difenderlo ma rimase coinvolto in un tragico incidente. Il suo catamarano venne ribaltato da due onde in rapida successione e l’impatto con l’acqua non lasciò scampo al pilota, che morì sul colpo con la colonna vertebrale spezzata.

Anche se, almeno all’apparenza, non ci fu niente di misterioso nella tragica morte di Casiraghi, a oltre trent’anni di distanza da quell’Ottobre 1990, un’indagine riapre una dolorosa ferita.

Stefano Casiraghi venne ucciso dalla mafia?

Prima e dopo la morte di Stefano Casiraghi si verificarono degli eventi sospetti: pochi giorni prima dell’incidente, infatti, la barca di Casiraghi esplose al largo della costa di Guernsey. Fortunatamente mentre lui non era a bordo.

monaco morte
La morte sconvolgente di Stefano Casiraghi. Foto: Ansa – galleriaborghese.it

Sempre poco prima di morire il campione aveva fatto blindare la sua auto per paura di essere ucciso e aveva confidato al suo amico Giancarlo Morin di avere paura perché pensava di essere costantemente seguito. Un altro fatto molto strano si verificò dopo la sua morte. Qualcuno si introdusse nella cattedrale di Monaco dove il marito di Carolina era stato seppellito, estrasse la bara e la dispose in verticale. Per molti fu la firma che la mafia intendeva mettere su quella morte.

Secondo indagini molto recenti e il riesame di materiale estremamente riservato, è emerso che effettivamente Casiraghi avrebbe potuto essere finito nel mirino della mafia. Il campione aveva infatti fondato una società edilizia che stava contendendo il florido mercato edilizio monegasco alle società controllate dalla mafia. Dopo essersi messo contro l’organizzazione criminale nel tentativo di ripulire il settore, Casiraghi sarebbe stato ucciso per metterlo definitivamente a tacere.

La madre di Stefano raccontò che, prima della sua ultima gara, Casiraghi si tolse la croce d’oro che portava sempre al collo per lasciarla a Carolina, come se sapesse che non sarebbe più tornato da sua moglie.

Impostazioni privacy