Prima di spenderle controlla bene le monete da 1 euro: se trovi questa ti compri un’automobile nuova

Prima di darla via con tanta leggerezza, vale la pena di controllare la moneta da 1 euro: c’è un esemplare che è valutato una fortuna.

Il collezionismo di monete è un’arte affascinante che unisce storia, cultura e passione. Da secoli, le monete hanno rappresentato non solo mezzi di scambio, ma anche preziosi oggetti d’arte che raccontano storie di civiltà passate. In questo caso non parliamo di denaro particolarmente datato, ma del tanto attuale quanto combattuto Euro, che, se presenta caratteristiche specifiche, può essere valutato al pari di un’auto nuova.

Moneta rara 1 euro
Moneta rara 1 euro: il suo ingente valore – galleriaborghese.it

Se dapprima solamente appassionati, nonché esperti di numismatica potevano entrare in contatto con il magico mondo del collezionismo di monete, ad oggi chiunque si può informare su ciò che gira intorno alla compravendita di pezzi più o meno rari. Il collezionismo di monete, inoltre, con l’avvento di Internet, ha aperto nuove porte per collezionisti e venditori.

Ad oggi, la vendita di monete rare e preziose è diventata incredibilmente accessibile grazie alle piattaforme online, offrendo una vetrina globale per il mercato numismatico. Tuttavia, prima di proporre o mettere all’asta un esemplare, è in prima battuta necessario conoscere quelli considerati più ‘allettanti’ dagli stessi collezionisti.

La moneta da un euro che vale una cifra con 4 zeri

Trovare una moneta rara, come si può dedurre, non è cosa comune; proprio per questo il valore di questi esemplari è talmente elevato. Ma cosa determina realmente la rarità? Il tutto dipende da diversi fattori, talvolta singoli, ma anche sovrapposti. Uno tra tutti è la quantità di monete emesse: una tiratura limitata rende difficile trovare l’esemplare in circolazione.

Moneta da 1 euro "L’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci"
Le sembianze comuni della moneta da 1 euro “L’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci” – galleriaborghese.it

Oltre a questo, l’annata in cui sono state prodotte, l’errore di coniazione (i difetti di produzione), periodi storici o simboli particolari, possono incrementare il valore della stessa. Tutte, o anche solamente una di queste caratteristiche, se associate ad una moneta in fior di conio (ossia tenuta in condizioni perfette), può aumentarne ulteriormente il valore.

In questo caso parliamo di un esemplare in particolare, ossia una moneta da un euro che può valere fino a 40mila euro poiché mostra una serie incredibile di errori di conio. In questo taglio, L’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci (protagonista della moneta), non è raffigurato come nella versione classica, bensì differente.

Inoltre non è presente la firma che dà certificazione alla messa in circolazione dello stesso “pezzo”. In questo caso la moneta presenta dunque un errore di conio importante, vista la differenza di coniazione che l’ha resa diversa dalle altre; errori che la portano ad un valore di 40mila euro. Per questo motivo è bene controllare sempre che, anche le monete all’apparenza banali, non contengano dettagli in realtà rilevanti.

Impostazioni privacy