Porte aperte della Russia per Pupo, il cantante nella bufera: “Contributo per la pace”

Pupo decide di scendere in prima linea per la Pace. Il suo concerto in Russia vuole essere un modo per placare un paese in guerra. Polemica.

Quello di questi anni è un momento molto difficile per chiunque avvia affari in Russia. Dal momento dello scoppio della guerra in Ucraina la Russia è vista non solo dai governi occidentali, ma anche dall’opinione pubblica come il nemico. Per questo motivo ha suscitato molto scalpore l’annuncio fatto da Pupo sui social, in cui ha affermato che starà una settimana a Mosca per un importante concerto al Cremlino.

bufera su Pupo
Pupo va in Russia per un nuovo concerto – ANSA – galleriaborghese.it

Lo shock per i fan è stato grande quando Pupo ha annunciato di aver accettato di fare un concerto a Mosca proprio in questo momento. In qualsiasi altra occasione la cosa non avrebbe sorpreso per niente, il cantautore italiano ha sempre avuto un grande seguito in Russia e i suoi concerti in quel paese sono sempre di grande successo. Tuttavia la situazione particolare di una guerra mossa contro un paese vicino che va avanti ormai da due anni rende la decisione molto controversa.

La situazione con la guerra in corso è molto delicata e la posizione della Russia rispetto agli altri paesi del mondo lo è ancora di più. Le azioni intraprese dal governo di Mosca non sono state giustificate da nessuno e la narrazione corrente è quella di un paese governata da un dittatore guerrafondaio. Avendo questa immagine in mente i fan italiani di Pupo sono stati molto sorpresi e contrariati a sapere che il loro beniamino abbia accettato di cantare in un paese invasore.

Pupo vola in Russia

La risposta del cantante non si è fatta attendere. Pupo ha utilizzato ancora i suoi social per spiegare la sua situazione dichiarando che il suo intento è quello di fare la sua parte per favorire la pace tra due popoli. Il post di Pupo rivela come l’intento del cantate sia quello di impegnarsi in prima persona per la pace. “Invece di starmene tranquillamente e comodamente a casa, ho deciso di andare in trincea” scrive Pupo suoi suoi social, dichiarando come possa farsi portavoce di un messaggio di pace.

Il cantautore rincara la dose raccontando di aver avuto un sogno in cui due leader di due popoli nemici potevano scoprirsi legati da una canzone. Pupo ci tiene anche a sottolineare come la sua iniziativa non è volta al guadagno o al mantenere la sua popolarità, che non ha bisogno di nessuna delle due cose, l’unico suo scopo è quello di portare un messaggio di pace.

Pupo nella bufera
Pupo portavoce di Pace al Cremlino – ANSA – galleriaborghese.it

Le giustificazioni di Pupo possono aver placato la sua coscienza, ma sicuramente non quella dei commentatori online. Attorno all’annuncio del concerto a Mosca si è scatenata la bufera mediatica con moltissime persone pronte a biasimare la decisione.

Da una parte ha senso pensare che pochi come Pupo hanno tanta popolarità in Russia tale da garantire la diffusione di un reale messaggio di pace, ma in molti sono scettici che decida realmente di portare questo messaggio direttamente al Cremlino.

Impostazioni privacy