Pino Insegno, il collega interviene a gamba tesa: “Una cosa inaccettabile”

Pino Insegno torna protagonista del momento grazie alle parole del suo collega che non ha peli sulla lingua: il commento non passa inosservato.

Non ci sono dubbi sul fatto che Pino Insegno sia al momento il conduttore più discusso e il motivo non è da collegarsi strettamente agli ascolti bassi del suo Mercante in Fiera, in onda su Rai Due, visto che sono in tante le persone che hanno storto il naso fin dal momento dell’annuncio del suo ritorno in Rai.

Pino Insegno intervento collega
Pino Insegno il suo collega interviene a gamba tesa ANSA FOTO Galleriaborghese.it

Nelle ultime ore ad essere tornato sull’argomento è stato un suo collega e amico con cui l’attore e il conduttore romano ha anche condiviso tanti anni di lavoro insieme e al quale ancora oggi lo lega stima e affetto, stiamo parlando di Roberto Ciufoli che si è detto molto amareggiato per quello che sta succedendo.

“Il mio amico paga per le sue opinioni e io la trova una cosa inaccettabile, sono per la liberta di pensiero. Lui fa ascolti in linea con Rai Due” queste le parole dette nella sua intervista per Nuovo Tv. Ma non è finita qua.

Pino Insegno, il collega Roberto Ciufoli: “Non gli hanno mica affidato un Ministero”

Insomma Roberto Ciufoli trova tutto l’accanimento che negli ultimi mesi si sta facendo contro il collega e amico Pino Insegno, senza senso e non manca di sottolinearlo nella sua lunga intervista per Nuovo Tv, in cui parla anche degli ascolti, da molti ritenuti troppo bassi del Mercante in Fiera.

Pino Insegno, a difenderlo ci pensa il suo amico Roberto Ciufoli
Pino Insegno difeso dal suo amico Roberto Ciufoli dopo le critiche ANSA FOTO Galleriaborghese.it

Pino si scontra con dei colossi come il telegiornale, gli spettatori non smettono di seguire il Tg per vedere lui, pur essendo un brao conduttore e un grande professionista” ammette con una certa incredulità e ancora: “Di sicuro paga le polemiche legate al suo rapporto con la Meloni. Sembra che gli abbiano affidato il Ministero delle Infrastrutture, ma non è cosi”.

Non ci sono quindi dubbi sul fatto che il suo pensiero sia molto diverso rispetto a quello delle persone che in questi mesi hanno riempito di critiche il conduttore romano; sempre il collega, anche lui attore conferma di avere grande fiducia e stima in Insegno sottolineando come certamente tornerà a farsi valere con la nuova stagione dell’Eredità di cui è il timoniere da Gennaio prossimo.

Detto questo, resta nell’aria anche l’idea di riportare in scena la Premiata Ditta, evento su cui lo stesso Ciufoli commenta: “L’idea è nell’aria, ne abbiamo parlato. Dobbiamo solo trovare il modo giusto”.

Impostazioni privacy