Perché la gente non legge più libri? Il motivo è difficile da capire

La letteratura ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella vita delle persone. Tuttavia oggi non si leggono più libri. Perché?

L’essere umano ha scoperto la scrittura intorno al 4000 a. C, e da allora il corso della storia è cambiato. Nei millenni la scrittura ha ricoperto varie funzioni, fungendo da mezzo di comunicazione. Un uso non solo in forma legale e nella burocrazia ma anche per scopi letterari. Ogni Paese ha la sua letteratura, con una storia e un’identità ben precisa. Opere che si tramandano di generazione in generazione e che rappresentano il senso comune di una società.

si leggono sempre meno libri
Perché non si legge più? – galleriaborghese.it

Se si pensa all’Italia viene in mente La Divina Commedia di Dante o I promessi Sposi di Manzoni. Diversamente se si cita la Spagna, l’opera che meglio la rappresenta è Il Don Chisciotte di De Chervantes. Un’opera letteraria è un tesoro tangibile. Un gioiello che rappresenta l’identità e la storia di una comunità e che può essere a portata di tutti. Difatti basta recarsi in una biblioteca per recepire volumi risalenti anche a secoli fa.

Qualora si cerchi qualcosa di più aggiornato, si può optare per una scelta differente e recarsi in libreria. Le case editrici, infatti, pubblicano diverse riedizioni di opere di letterati vissuti secoli e secoli fa. Non è difficile procurarsi un libro in cui sono racchiusi i carmina di Catullo o le poesie di Petrarca. Dunque perché non si legge più? Per quale motivo, nonostante si ci possa procurare un libro con tanta facilità, non si aprono più?

Non si leggono più libri: perché le persone hanno smesso di dedicarsi alla lettura

Non staremo qui ad elencare quanto sia importante leggere. Difatti sembrerebbe un po’ come dire che lo sport o la corretta alimentazione sono fondamentali. Non cadremo nella banalità di ricordare e ripetere che la lettura è fondamentale, poiché l’intento è un altro. Dunque bisogna analizzare un fenomeno sempre più diffuso e comprenderne le motivazioni: perché le persone hanno smesso di leggere?

Perché non si legge più
Si leggono sempre meno libri al giorno d’oggi – galleriaborghese.it

Si legge sempre meno, si comprano libri che troppo spesso rimangono inermi sugli scaffali delle librerie. L’avvento dei social non ha di certo favorito la situazione, difatti le persone preferiscono trascorrere il loro tempo libero navigando su Internet. Stando ad alcuni studi è proprio la mancanza di tempo il problema fondamentale.

Il 30% delle persone, infatti, dichiara di non leggere per mancanza di tempo. Un problema che non coinvolge solo le nuove generazione, come spesso viene detto, ma anche fasce d’età più elevate. La minore propensione alla lettura è legata anche al livello di istruzione. Per le persone con scarsa scolarizzazione appare quasi impensabile prendere un libro e immergersi nelle sue pagine.

La situazione, per fortuna, migliora man mano che sale il livello di istruzione. Tuttavia la soglia appare sempre troppo bassa e viene da chiedersi ancora una volta perché le persone abbiano smesso di dedicarsi alla letteratura. In un mondo violento e caratterizzato dalla sopraffazione, la letteratura  è l’ultimo baluardo di speranza e bellezza. Il mondo salverà i libri? Oppure i libri salveranno il mondo?

Impostazioni privacy