Per le mamme cambia tutto: bonus mamma, asili aziendali e pioggia di novità

Lo stato sta promuovendo diversi bonus per aiutare le famiglie e la natalità: ecco quali sono e a chi sono rivolti.

In questo periodo il governo sta proponendo sempre più bonus per i quali è possibile presentare richiesta per avere delle agevolazioni a livello economico e degli aiuti per sostentare la propria famiglia.

Bonus per la famiglia
Ecco tutti i bonus che le famiglie potranno richiedere – galleriaborghese.it

Un tema molto sentito in Italia è quello legato alla bassa natalità che sta affliggendo in questi ultimi anni il paese: questo problema si presenta principalmente per via della difficoltà a livello economico che molte persone devono affrontare e per tale ragione poter avere un figlio e sostenere le spese necessarie alla sua crescita diventa una criticità.

Per questo motivo la soluzione più immediata è quella di aspettare a fare dei figli. I bonus in programma per i prossimi mesi aiutano proprio chi vorrebbe avere una famiglia, oppure chi già la ha e ha bisogno di una mano per evitare di arrivare a stento a fine mese.

I 5 bonus di cui potresti usufruire: ecco quali sono

Innanzitutto esiste il bonus mamma che serve per incentivare l’assunzione da parte delle imprese delle donne e delle neomamme. Secondo le indiscrezioni che sono trapelate, vi potrebbe essere una riduzione dell’Ires dal 24 % fino al 15 %, per cui si estenderebbe la mini-Ires anche ad assunzioni delle mamme che hanno almeno tre figli.

Bonus con cui cambia tutto
Questi bonus hanno lo scopo di far aumentare la natalità – galleriaborghese.it

Un altro bonus e iniziativa interessante è quello legato alle agevolazioni della creazione degli asilo nido all’interno di aziende o imprese. Molto spesso i genitori che lavorano a tempo pieno non sanno a chi affidare i loro bambini prima dell’età scolastica, poiché non tutti possono chiedere aiuto ai nonni oppure possono permettersi di pagare una baby sitter.

Avere quindi un asilo nido nella propria struttura lavorativa risolverebbe subito il problema. Il bonus del quoziente familiare invece permetterebbe di applicare le aliquote non sul reddito di un solo contribuente, ma su tutto il nucleo familiare, per cui le famiglie più numerose pagherebbero meno tasse. Si suppone che questo bonus potrà essere richiesto dalle famiglie che hanno più di tre figli.

Un altro progetto di bonus è quello relativo al reddito di infanzia che consisterebbe in un sussidio mensile fino a 400 euro fino hai sei anni di età del bambino. Questo aiuto potrebbe essere richiesto dalle famiglie con un reddito inferiore ai 90 000 euro. Infine, vi sarebbe l’assegno di gioventù, ossia un sussidio di 250 euro mensili per ogni figlio con la condizione che il ragazzo segua un percorso di studi fino ai 25 anni di età.

Impostazioni privacy