Per famiglie e single in difficoltà arriva l’anticipo di eredità da genitori e nonni: procedura spiegata

Grandi novità per le famiglie e i single in difficoltà economiche potranno ricevere l’eredità prima del decesso dei propri cari.

L’eredità è un argomento piuttosto delicato, soprattutto nelle famiglie numerose. Spesso capita di assistere a discussioni molto accese quando si parla di eredità, ma succede in tantissime occasioni di iniziare a litigare quando coloro che dovranno elargire il lascito sono ancora in vita, spesso presenti durante queste discussioni.

Come ricevere l'eredità prima del decesso dei cari
Sei in difficoltà economica? Puoi riscuotere la tua parte di eredità in anticipo – galleriaborghese.it

Forse non lo sai, ma potresti ottenere la tua parte di eredità prima della morte dei tuoi genitori. Se sai di dover ereditare un bene da un genitore o da un nonno e hai problemi economici, c’è un modo per ottenere questi beni prima della dipartita dei tuoi cari. Oggi proveremo a spiegarti come fare ad ottenere la trasmissione di un bene da ereditare da un soggetto ancora in vita al diretto erede. Ecco tutti i dettagli.

Eredità da un genitore ancora in vita? Si può fare

Tutti sanno che si può ottenere l’eredità di una persona soltanto dopo la morte del soggetto che è in possesso del lascito. Dal punto di vista giuridico, non è possibile ottenere un anticipo dell’eredità, ma c’è un modo per aggirare legalmente questa norma. Hai mai sentito parlare di trasferimento della proprietà a titolo gratuito? Secondo quanto disposto dal Codice Civile, la donazione è un anticipo dell’eredità.

Eredità da genitori in vita: come fare
La donazione permette di ottenere la propria parte di eredità anche quando i genitori o i nonni sono ancora in vita – galleriaborghese.it

In alcuni casi, la persona che deve lasciare l’eredità può decidere di anticiparne una parte ad uno o più eredi. La donazione non anticipa la quota legittima, ma riduce il patrimonio disponibile presente all’interno del testamento.

Questo vuol dire che il figlio che ha bisogno di ottenere un anticipo dell’eredità dai propri genitori o dai nonni ancora in vita può recarsi dal notaio e, in presenza di due testimoni, effettuare una richiesta. La richiesta di anticipo dell’eredità viene convalidata dal notaio e l’erede può iniziare ad incassare una parte dell’eredità che gli spetta di diritto alla morte dei genitori o dei nonni.

I due testimoni possono essere anche i due genitori stessi, favorevoli ad una donazione al proprio figlio. In questo modo, anche se colui che riceve un anticipo dell’eredità dovesse avere dei fratelli o delle sorelle, non ci sarebbe nessuna discriminazione. E ti conoscevi questa opportunità data dalla legge?

Impostazioni privacy