Pensioni di dicembre ricchissime: ecco chi e come riceverà gli aumenti

Per i pensionati, dicembre si appresta ad essere un mese molto proficuo: ecco chi e soprattutto come riceverà gli aumenti.

I pensionati rappresentano, senza ombra di dubbio, una delle categorie più colpite dalla crisi energetica e da una situazione geopolitica incerta. Questi due fenomeni infatti hanno determinato un aumento dei prezzi alle stelle, mettendo in ginocchio le famiglie italiane.

Aumenti pensioni di dicembre
Il Governo ha annunciato importanti novità per i pensionati – GalleriaBorghese.it

Di seguito vi sveliamo tutto ciò che c’è da sapere riguardo a questi aumenti annunciati dal Governo Meloni rivolti ai pensionati. Si tratta di informazioni che interessano a molti in quanto rappresentano una speranza per molte famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese.

Pensioni di dicembre ricchissime, ecco i beneficiari

Il mese di dicembre porta con sé cospicui aumenti sulle pensione. Si tratta di un vero e proprio regalo di Natale che può arrivare fino a 15mila euro. Di conseguenza in molti si chiedono chi sono i beneficiari e soprattutto come si riceveranno gli aumenti.

Aumenti pensioni di dicembre
Sono in arrivo aumenti per i pensionati – GalleriaBorghese.it

Oltre alla tredicesima, infatti, alcuni pensionati i vedranno erogare un bonus che però è previsto solamente nel caso di determinate fasce. Di seguito analizziamo il tutto nel dettaglio, fornendo tutte le informazioni del caso. In particolare, a dicembre verrà dato spazio al conguaglio anticipato per la rivalutazione Inps. Essa avverrà sulla base dell’inflazione dello corso anno, registrata dello 0,8% più alta in confronto a quanto calcolato all’inizio.

Di conseguenza, ciò significa che per ciascun pensionato si sarebbe dovuto procedere all’erogazione dello 0,8% in più al mese. Proprio per questo ha deciso di procedere al versamento degli arretrati maturati dai pensionati che tra l’altro ammonterebbe al 10% in più sul cedolino, anticipandone il recupero. In genere, ciò avviene l’anno successivo, in questo caso nel 2024.

Chiaramente, è importante sottolineare il fatto che la rivalutazione non è uguale per tutti. Coloro che percepiscono gli assegni più alti, infatti, non avranno diritto al 100% ma soltanto ad una parte.  Nello specifico, coloro che percepiscono oltre dieci volte la minima, il conguaglio è ridotto al 32%, mentre chi percepisce fino a 4 volte la minima il conguaglio è completo, pari al 10,4% dell’assegno pensionistico..

Oltre alla tredicesima e al conguaglio, bisogna citare anche il bonus pensione che spetta ai titolari di trattamenti pensionistici obbligatori o a carico delle assicurazioni. Nello specifico, si tratta di un importo extra rivolto a coloro che sono titolari di un trattamento minimo annuo non superiore o uguale a 7.328,62 euro, nel 2023. Alla luce di quanto detto, è chiaro che il cedolino di dicembre per molti sarà piuttosto cospicuo consentendo a molti pensionati di vivere con maggiore serenità le festività natalizie.

Impostazioni privacy