Pensione di 2.000 euro al mese, solo per chi ha questo stipendio

Per ottenere una pensione di 2.000 euro al mese quale stipendio di base è necessario avere? Ecco svelati i requisiti. 

Magari non ci si pensa quando si è giovani, ma coloro che si avvicinano all’età della pensione sicuramente fanno i calcoli per capire quanto esattamente spetterà loro una volta che avranno smesso di lavorare. Una cifra sicuramente ambita da molti è riuscire ad avere una pensione che si aggira sui 2.000 euro al mese netti. 

quale stipendio per avere 2000 euro di pensione
A quanto ammonta lo stipendio per avere 2000 euro di pensione? – galleriaborghese.it

Non è così semplice ottenere questa cifra. Da quale stipendio bisogna partire per poter ricevere poi questo tipo di pensione? L’inflazione e il carovita in continuo aumento fanno sì che ci sia un sempre maggiore bisogno di introiti ed è così anche per le persone anziane. Le spese ci sono anche per loro, il costo della vita si fa sempre più alto ed è sotto gli occhi di tutti che anche i generi alimentari di prima necessità hanno prezzi raddoppiati rispetto solo ad un anno fa.

Cosa serve per avere una pensione da 2.000 euro al mese

Per capire chi possono essere i destinatari di una pensione da 2.000 euro al mese, una cifra che permette di vivere con una discreta serenità gli anni della vecchiaia, bisogna fare delle precisazioni preliminari. In primo luogo è necessario calcolare la differenza tra l’importo netto e quello lordo di uno stipendio.

quale stipendio per avere 2000 euro di pensione
Come calcolare la pensione che si avrà – galleriaborghese.it

Per raggiungere la cifra di 2.000 euro netti di pensione lo stipendio mensile percepito in fase lavorativa deve assolutamente essere ben più elevato. Si calcola che per ricevere quella cifra lo stipendio del lavoratore deve aggirarsi quantomeno sui 2.800 lordi per ogni mensilità.

I parametri da considerare sono diversi: c’è sicuramente da pensare agli anni di contribuzione versata regolarmente. Il periodo dei versamenti può incidere in modo significativo sulla pensione che poi verrà effettivamente percepita. Infatti i contributi che sono stati versati fino al 1995 rientrano in quello che viene considerato il cosiddetto sistema retributivo. Per gli importi versati dopo il 31 dicembre 1995 viene applicato invece il sistema contributivo.

Per quanto riguarda gli anni effettivi di lavoro svolto se sono numerosi ovviamente hanno una retribuzione maggiore. In generale si considera che chi ha uno stipendio annuo complessivo che oscilla tra i 42.500 euro e i 95.000 euro ha ottime possibilità di percepire 2.000 euro netti di pensione. Per chi non può usufruire del sistema retributivo è ovviamente molto più difficile riuscire a raggiungere questa cifra.

Proprio per questo esistono molti sistemi di integrazione per incrementare l’importo del trattamento pensionistico, come ad esempio gli investimenti in appositi fondi pensionistici.

Impostazioni privacy