Pensione con legge 104: salta il requisito dell’età se si verificano queste condizioni

Potrebbe saltare il requisito legato all’età per quello che concerne la pensione con legge 104: ma quando? Si devono verificare queste condizioni.

L’argomento legato alla pensione è sempre molto spinoso e certamente all’ordine del giorno: le regole sono chiare, è necessario che ci siano dei requisiti specifici per poterla richiedere e uno tra questi è anche quello legato alla propria età anagrafica e quella contributiva.

Pensione con legge 104
Pensione con legge 104: in queste situazioni il requisito legato all’età rischia di saltare – galleriaborghese.it

Eppure, le cose potrebbero cambiare nel caso in cui si dovessero verificare alcune condizioni specifiche: avete mai sentito parlare della pensione precoce? Nota anche come Quota 41, è quella misura specifica che riguarda delle particolari categorie di lavoratori, come caregiver e invalidi, che sono tutelate dallo Stato.

Bene, con questo tipo di pensione, è possibile che le persone suddette possano richiedere di anticipare l’uscita dal mondo del lavoro prima del tempo, sempre nel caso in cui si abbia a propria disposizione un’anzianità contributiva minima di 41 anni e almeno un anno di contributi versato prima del compimento del 19° anno di età.

Ai fini del computo dei 41 anni di contributi, vale la contribuzione relativa ai ìperiodi di lavoro effettiviì. Sono utili anche i periodi di lavoro all’estero riscattati e i periodi riscattati per omissioni contributive. Il requisito contributivo di 41 anni può essere perfezionato, su domanda dell’interessato, anche cumulando i periodi assicurativi” così come ha chiarito dall’INPS con la circolare numero 99 del 2017.

Pensioni con legge 104: come funziona la pensione precoce?

Come chiarito prima, è possibile richiedere la pensione precoce. A poterlo fare sono tutti i lavoratori e le lavoratrici dipendenti dal settore privato o dal pubblico e anche gli iscritti e le iscritte presso le gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti e coltivatori diretti), a condizione che rientrano in cinque macro-categorie tutelate.

Come funziona la legge 104?
Come funziona la legge 104? – galleriaborghese.it

In particolare, le categorie di cui tenere maggiormente conto sono i caregiver che da almeno 6 mesi assistono il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità (articolo 3, comma 3, Legge 104); oppure di secondo grado convivente, qualora i genitori o il coniuge della persona assistita abbiano compiuto i 70 anni di età oppure siano anch’essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti.

Lo stesso vale per le persone invalide, con una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, pari o superiore al 74 per cento. Ma non finisce qua, le pensioni precoci spettano anche ai lavoratori che sono iscritti all’AGO, che hanno anche maturato una anzianità contributiva entro il 31 dicembre 1995 e che rientrano nel sistema misto di calcolo.

Per poter presentare la domanda di pensione precoce si devono rispettare tre scadenze: la prima, il31 marzo; la seconda, il 15 luglio; la terza, il 30 novembre. Le domande presentate verranno prese in considerazione solo se permangono risorse finanziarie per coprire la spesa.

Impostazioni privacy