Pasta e riso, se li mangi così ottieni i massimi benefici per la salute: pochissimi lo sanno

Non è vero che i carboidrati non sono un alimento sano. Se consumati in un determinato modo possono essere davvero molto salutari per l’organismo.

I carboidrati non sono conosciuti come un alimento tradizionalmente sano, ma si possono trasformare, se li mangiamo in un determinato modo. Così diventano più salutari per l’intestino: si tratta di un “trucco” che non conosce nessuno e che può migliorare sensibilmente la nostra salute generale.

Pasta e riso, come mangiarli
Ecco come mangiare pasta e riso per godere dei loro benefici – galleriaborghese.it

Pasta, riso, quinoa e patate sono fonti di fibre alimentari importanti, che gli esperti di scienze alimentari e nutrizione considerano fondamentali per il nostro organismo. Questi cibi, mangiati in un determinato modo, possono migliorare la salute dell’intestino, visto il modo in cui influenzano il microbioma intestinale. Possiamo quindi considerarli come un prebiotico naturale.

Questo perché aiutano il sistema immunitario e le vie metaboliche nelle cellule. Quindi, si tratta di un falso storico (e scientifico) credere che i carboidrati non siano così utili al benessere del nostro corpo e che, anzi, debbano essere limitati, anche per rimanere in una buona forma fisica. Tutto sta nel vedere come consumiamo i cibi che li contengono: ecco cosa ci dice la scienza.

Come vanno mangiati i carboidrati

E, allora, oggi possiamo dirvi che i carboidrati si trasformano quando vengono refrigerati. Il raffreddamento di pasta, patate e riso ne modifica la struttura e li trasforma in amidi resistenti. Ciò li rende più sani per l’intestino. Ebbene sì: possiamo trasformare pasta, patate, quinoa e riso in alimenti salutari per l’intestino semplicemente lasciandoli in frigorifero. Ecco come funziona.

Pasta e riso, mangiare freddi
Pasta e riso andrebbero mangiati freddi: ecco perché (Ansa) – galleriaborghese.it

Secondo gli esperti, se consumati freschi, le loro proprietà benefiche per l’intestino non sono ancora state liberate. Raffreddare questi carboidrati nel frigorifero li trasforma in amidi resistenti, un tipo speciale di fibra alimentare con benefici chiave per la salute. In frigo, gli amidi contenuti in questi alimenti vengono ristrutturati in un processo chiamato “retrogradazione dell’amido “. Dopo questa ristrutturazione, gli amidi ormai resistenti diventano più difficili da digerire, anche se vengono nuovamente riscaldati.

Ciò consente loro di raggiungere l’intestino crasso dove possono nutrire i batteri ivi ospitati, sostenendo la salute dell’intestino. Questi alimenti amidacei raffreddati potrebbero essere particolarmente utili per le persone con diabete. La ricerca lo conferma: uno studio del 2019 ha scoperto che gli amidi resistenti possono migliorare la resistenza all’insulina e i livelli di glucosio nei pazienti diabetici.

Impostazioni privacy